La pubblicità out of home tv registra un +15,6% a dicembre. Fcp-Assogotv: +12,3% nel progressivo del 2017

L’Osservatorio Fcp-Assogotv (Fcp-Federazione Concessionarie Pubblicità) del quale fanno parte Class Pubblicità, Grandi Stazioni Retail, Vidion, le tre Concessionarie che rappresentano il mondo della TV negli ambienti del trasporto pubblico, ha raccolto i dati relativi al fatturato pubblicitario del mezzo Go Tv, periodo gennaio-dicembre 2017.

Dicembre 2017: i dati evidenziano un fatturato totale di € 2.263.000,00, corrispondente ad un incremento del fatturato pubblicitario del mezzo Go Tv pari a +15,6% rispetto al corrispettivo 2016.

Gennaio-Dicembre 2017: i dati evidenziano un fatturato totale di € 18.036.000,00. Tale dato corrisponde ad un incremento del fatturato pubblicitario del mezzo Go Tv pari a +12,3% rispetto al corrispettivo 2016.

Angelo Sajeva (foto Olycom)

Il commento di Angelo Sajeva, Presidente Fcp-Assogotv:
“La Go Tv è l’unico media Italiano che cresce a doppia cifra nel 2017: mese dopo mese ha confermato la sua straordinaria accelerazione con una performance negli ultimi sei mesi del +17% a fronte del + 7% del progressivo a giugno. In un mercato sostanzialmente stabile è un risultato che va sottolineato con forza.
È la conferma di un media complementare nella Videostrategy delle aziende, che vogliono coprire un target altamente potenziale con audiences frammentate tra Tv, on line e social.

Superano quota 500 i clienti del 2017 e sono oltre 100 i brand in più rispetto al 2016 che hanno scelto un canale Go Tv, segno del crescente interesse verso un media moderno che parla ogni giorno ad un pubblico attivo, numeroso e in mobilità. Dieci milioni gli italiani che vivono fuori casa più di nove ore ogni giorno, che si spostano con grande frequenza per motivi di lavoro o studio e che la Go Tv raggiunge in larga parte attraverso gli oltre 1.300 touchpoint in tutta Italia: nelle Stazioni, Aeroporti, Metropolitane, Autobus e Autostrade con un particolare presidio nei centri urbani e metropolitani (a partire da Milano e Roma).
Clienti e centri media hanno apprezzato i risultati derivati da un utilizzo della Go Tv con continuità e con flight medi di almeno due-tre settimane, sia per rinforzare le pianificazioni in specifiche aree prioritarie per i consumi, sia per migliorare la copertura sui target attivi con più adeguati livelli di frequenza efficace”.

“Nel 2017 chiaro arricchimento del mix merceologico con tutti i settori ora rappresentati nel portafoglio clienti della Go Tv. Turismo e viaggi, alimentari e media editoria si confermano i settori trainanti con investimenti incrementali e crescite che negli ultimi due anni superano il 40%. La distribuzione – alimentare e non – la gestione casa (compreso il pet food) e la cura persona sono i settori top performer del 2017 e complessivamente superano i due milioni e mezzo di investimento complessivo pari ad una quota del 15%”.

Tante evidenze che insieme contiamo di confermare e migliorare nell’anno appena iniziato – anche il gennaio 2018 è partito bene – grazie anche ad un programma di iniziative congiunte a sostegno del posizionamento, della conoscenza e della misurabilità di un mezzo che vuole superare nel 2018 la soglia dei venti milioni di euro ed essere ancora più protagonista del panorama media italiano”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Super marzo per la pubblicità out of home tv: +33,5%. Primo trimestre a +33,2%. Dati Fcp-Assogotv

Cresce l’adv online a marzo, +1,7%. Fcp-Assointernet: bene smartphone e smart tv, giù desktop/tablet

Pubblicità sulla stampa -9,8% a marzo. Fcp: quotidiani -9,1%, settimanali -6,6%, mensili -12,9% (TABELLA)