Mondadori riunisce le attività librarie in un’unica area di business. Antonio Porro nominato vice presidente e ad di Mondadori Libri

Con l’obiettivo di affrontare in maniera sempre più efficace e innovativa le sfide del mercato del libro – di importanza primaria e strategica per il proprio sviluppo – il Gruppo Mondadori comunica di aver definito oggi un nuovo assetto organizzativo che prevede la costituzione di un’unica area di business in cui confluiscono tutte le attività relative ai libri, dall’area trade alla scolastica, dagli illustrati alle pubblicazioni internazionali fino ad arte e mostre.

Antonio Porro

Antonio Porro

Si prevede, prosegue la nota, che per l’esercizio 2017 il business libri registri ricavi complessivi superiori ai 500 milioni di euro, con una redditività di oltre il 14%. Questa nuova struttura, già adottata dai principali player anche a livello internazionale, viene varata a due anni dal rilevante investimento dell’acquisizione di Rcs Libri e rappresenta il punto di partenza di una nuova fase: il Gruppo Mondadori si prefigge infatti – oltre all’ulteriore consolidamento della propria leadership nei segmenti in cui opera – di cogliere ogni opportunità di crescita in Italia e all’estero.

Questo obiettivo strategico si basa sugli ottimi risultati conseguiti negli ultimi anni nei libri, resi possibili dalle persone che lavorano nel Gruppo con grande professionalità, dedizione e amore per il libro.

La responsabilità gestionale della nuova area viene affidata ad Antonio Porro, che assume anche la carica di vicepresidente e amministratore delegato di Mondadori Libri S.p.A., società presieduta da Ernesto Mauri, amministratore delegato di Gruppo.

Ernesto Mauri, amministratore delegato del Gruppo Mondadori e presidente di Mondadori Libri (Foto Massimo Sestini)

L’attuale amministratore delegato di Mondadori Libri S.p.A. area Trade, Enrico Selva Coddè, nell’ambito delle proprie aree di competenza, aggiunge le attività di Electa area Libri, di cui è direttore generale Stefano Peccatori, che viene anche nominato responsabile delle case editrici Sperling&Kupfer e Piemme.

Sotto la responsabilità di Enrico Selva Coddè restano inoltre Mondadori, Einaudi, Rizzoli e la Business Unit ragazzi nella consueta dinamica di competitività, con una precisa identità e totale autonomia per ciascun marchio editoriale.

Ad Antonio Porro continueranno a riportare Aaron Buttarelli, direttore generale Mondadori Education, area Editoriale; Danilo Galimberti, direttore generale Mondadori Education, area Commerciale; Giovanni Bonfanti, direttore generale Rizzoli Education; Rosanna Cappelli, direttore generale Arte, Mostre, Musei Electa; Marco Ausenda, amministratore delegato di Rizzoli International Publication.

Gian Arturo Ferrari continuerà a fornire la propria consulenza editoriale al nuovo vicepresidente e amministratore delegato di Mondadori Libri S.p.A., Antonio Porro.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Tim, domani in Agcom analisi preliminare su separazione rete

Elena Mirò lancia con Privalia il suo digital temporary shop

Reteconomy acquisisce Bike Channel, canale Sky dedicato al ciclismo