Il quotidiano Die Welt scommette tutto sui video

Die Welt ha deciso di scommettere tutto sui video. Dopo aver acquistato quattro anni fa il canale N24 e aver integrato la redazione dell’emittente all’interno di quella del quotidiano, l’editore Axel Springer ha cambiato il nome della tv in Welt, come il sito del giornale che ora dà molto spazio ai video.

A spingere questa decisione, secondo Digiday, il fatto che i lettori spendono il 18% di tempo in più a leggere articoli online all’interno dei quali sono presenti contenuti video. Ma anche la recente decisione di Facebook di modificare l’algoritmo che sta alla base del news-feed penalizzando i contenuti prettamente editoriali.

Ad oggi Welt è in grado di mettere online circa 50 video al giorno tra produzioni originali e video di altri riadattati e riproposti agli utenti.

Il paywall di Welt presenta un 15% di contenuti inaccessibili all’utente sprovvisto di abbonamento. Nel 2017 gli abbonati online erano 78mila e l’obiettivo dichiarato da Dominik Stiefermann, vp of consumer business di Axel Springer è quello di portarli a 100mila nel 2018.

Homepage del sito di Die Welt

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il Time sceglie i giornalisti in pericolo come ‘Persone dell’anno 2018’

Dati Ads: diffusione e vendita a ottobre di quotidiani e settimanali, a settembre dei mensili (TABELLE)

Mentana: lavoro e giovani sono temi su cui Open darà battaglia