Solo una squadra italiana di ciclismo alle classiche del Nord

La Nippo-Fantini capitanata da Damiano Cunego sarà l’unica squadra italiana di ciclismo a correre una delle sei classiche del Nord. Invitata all’Amstel Gold Race a dieci anni dalla vittoria di Cunego, sarà infatti l’unico team a prendere parte ad una tra le seguenti corse di un giorno che hanno fatto la storia del ciclismo mondiale: le tre classiche monumento (Giro delle Fiandre, Parigi-Roubaix e Liegi-Bastogne-Liegi) più Gand-Wevegelm, Amstel Gold Race e Freccia Vallone.

Damiano Cunego

Non è peraltro nemmeno una sorpresa così grande se si considera il fatto che, come ricorda la Gazzetta dello Sport, tra le 18 squadre World Tour (l’élite del ciclismo mondiale) di italiane non ce n’è più nemmeno una e, tra i 42 inviti complessivamente a disposizione degli organizzatori delle classiche del Nord (sette per gara), all’Italia è andato solamente questo. Un dato impressionante se si considera che vent’anni fa sul podio della Parigi-Roubaix c’erano tre atleti di una squadra italiana, la Mapei, di cui due italiani a loro volta, Ballerini e Tafi, rispettivamente primo e secondo.

Un dato negativo non soltanto per il blasone del pedale azzurro, ma anche per le potenziali ricadute in termini di marketing e comunicazione che il ciclismo è sempre in grado di generare. In un settore dove, peraltro, i costruttori e i fornitori di materiali, abbigliamento e componentistica italiani ancora oggi eccellono.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Uefa: dal 2020 aumento del 50% per i fondi al calcio femminile

Radio 105 e Virgin Radio emittenti ufficiali della Nba in Italia

La tuta di Zanardi e la maglia azzurra all’asta per Genova