Orfeo: Sanremo successo di squadra. La Rai sa offrire qualità e modernità

“Un festival indimenticabile, capace di migliorare se stesso e di battere record di ascolti serata dopo serata”. A commentare così i risultati dell’edizione 68 del Festival di Sanremo il direttore generale della Rai, Mario Orfeo.

Parlando di un trionfo nel “segno della qualità e della modernità che Rai è in grado di offrire”, Orfeo ha ringraziato Claudio Baglioni, “che ha saputo costruire un grande e originale spettacolo televisivo mettendo al centro parole e musica”, ma anche Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino.

“Il Festival è stato un’ulteriore dimostrazione che la Rai è una grande squadra in grado di raccontare le complessità di questo Paese coniugando qualità con linguaggi accessibili e per tutti.  Il Festival ha raccontato il Paese con leggerezza e intensità: ha fatto divertire e riflettere”, ha ribadito poi il dg in una nota congiunta con la presidente Rai Monica Maggioni.

Mario Orfeo (foto Ansa)

Elencando nel dettaglio i dati registrati, il direttore di Rai1, Angelo Teodoli, ha evidenziato come la media di ascolto di Sanremo 2018 sia stata del 52.27% con 10 milioni 919 mila spettatori, “il risultato migliore degli ultimi 13 anni”. Il festival ha fatto segnare “40,5 milioni italiani contatti, il 70% della popolazione, con una permanenza media di 5 ore e 49 minuti su 5 giornate”. Il picco di ascolto della serata finale è stato registrato alle 21.42, con 14 milioni 975 mila spettatori, durante l’esibizione di Laura Pausini; all’1.17 lo share ha toccato il 76.57%, con l’annuncio dei vincitori, ed è il dato record di questa edizione. La punta massima in valori assoluti del festival restano i 17 milioni 171 mila spettatori fatti registrare durante la prima puntata da Fiorello. Teodoli ha segnalato ancora la crescita di ascolto nei target più giovani, in particolare nelle ragazze di 15-24 anni con il 69.6% e punte di oltre l’86%, record delle ultime 19 edizioni.

Anche per il direttore di Rai1, si tratta di “una grande sfida vinta, da Baglioni e dalla Rai: creare una nuova offerta di qualità, popolare, emozionante e mai retorica, in grado di conquistare gli italiani”.

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Rai: assemblea su Cda aggiornata al 27 luglio

Rtl 102.5, accordo con Scf per la diffusione della musica in radio e multipiattaforma

Rai, Fico: il nuovo cda deve essere indipendente. Il servizio pubblico è dei cittadini, non del Governo