Google e Facebook signori dell’informazione online in Italia. Dati Agcom

Gli italiani accedono all’informazione online prevalentemente attraverso fonti algoritmiche (in particolare social network e motori di ricerca), consultate dal 54,5% della popolazione, a scapito delle fonti editoriali come siti web e app di editori tradizionali o nativi digitali (39,4%). A rilevarlo è l’Agcom, nel Rapporto sul consumo di informazione nel 2017.

Dallo studio emerge che la quasi totalità della popolazione italiana accede ai mezzi di comunicazione anche al fine di informarsi e oltre l’80% dei cittadini accede all’informazione regolarmente (tutti i giorni).

Nell’anno delle fake news e della disinformazione veicolata attraverso le nuove piattaforme online, spiega l’Agcom, la dieta informativa degli Italiani è caratterizzata da “uno spiccato fenomeno di cross-medialità” che oramai “riguarda oltre i tre quarti della popolazione italiana”.

Solo la televisione resiste ancora come mezzo dotato di un suo bacino (circa l’8% della popolazione) di utenza esclusiva. Mentre il 5% degli italiani non si informa affatto, almeno non ricorrendo ai mezzi di comunicazione di massa.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Capri Digital Summit: la ricerca di EY e Ipsos su innovazione e trasformazione digitale

Il 26% degli utenti Usa in fuga dall’app mobile di Facebook. Dai più giovani timori per la privacy

In 10 anni persi quasi un quarto dei posti di lavoro nei media Usa. Ecco come è cambiato il settore