Cento assunzioni a The Atlantic. Il direttore: la qualità è merce rara, i lettori ci premieranno

Il mensile The Atlantic programma 100 nuove assunzioni nei prossimi 12 mesi. Un annuncio a sorpresa e in controtendenza che arriva mentre prosegue la crisi dell’industria editoriale e con i maggiori gruppi che ancora non hanno abbandonato politiche di forti tagli.

Le assunzioni – che seguono l’ingresso di Emerson Collective, l’organizzazione filantropica di Laurene Powell Jobs, vedova di Steve Jobs, che ha rilevato la maggioranza di Atlantic Media – riguardano varie aree: dai giornalisti, ai produttori di video a quelli di eventi.

Jeffrey Goldberg, editor in chief del The Atlantic

L’intento, ha spiegato il presidente Bob Cohn al New York Times, è quello di creare una nuova divisione denominata Talent Lab, che avrà come obiettivo assicurare che la squadra di The Atlantic “rifletta la diversità americana”, uno degli “scopi primari” del mensile che in passato ha ospitato sulle sue pagine Mark Twain ed Ernest Hemingway. “Abbiamo grandi ambizioni – ha detto – per far crescere The Atlantic e farlo ancora meglio”.

“Penso che il giornalismo di qualità sia merce rara in questi tempi e penso che i lettori più esigenti sappiano premiare il merito di chi scrive storie che significano qualcosa”, ha detto Jeffrey Goldberg, editor in chief del The Atlantic, convinto che il “momento di frattura a livello nazionale” consente alla magazine di “crescere” facendo “quel tipo di lavoro che è veramente nel nostro Dna”. Per esempio “raddoppiare gli sforzi nel garantire adeguata copertura alle notizie su Washington e l’attuale amministrazione”.

A Emerson Collective, ricorda l’Ansa, fanno capo anche una quota nella società editoriale Axios e una in Anonymous Content, la società di produzione dietro al film premio oscar Spotlight. La società di Powell Jobs starebbe trattando – secondo indiscrezioni – anche l’acquisto di una quota in BuzzFeed.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Rai, Foa: contro di me campagna denigratoria. Dal Guardian nessuna verifica su di me

Il 90% dei giornalisti fa ricerche online per un articolo, TW e Linkedin i social più usati. Ricerca L45

Proietti batte Francia-Germania. Floris con Renzi e Monti sprinta su Amadeus e Matt Damon