A Tecniche Nuove il 30% di Point Vétérinaire Italie. Opzione per la maggioranza

Il gruppo Tecniche Nuove ha acquisito il 30% della società Point Vétérinaire Italie Srl, cui seguirà nei prossimi quattro anni anche la maggioranza del capitale sociale con un altro 40%, e un’opzione futura per l’acquisizione delle quote rimanenti.

Ivo Nardella

Ivo Nardella

Perfezionando questa nuova operazione, spiega una nota, Tecniche Nuove, con circa 260 dipendenti e 56 milioni di euro di fatturato, rafforza il proprio presidio sia in ambito editoriale, che sul fronte della formazione tecnico professionale nel settore dell’agricoltura e delle sue importanti filiere. Tre sono gli asset acquisiti: Point Vétérinaire Italie per le attività editoriali, nei settori del core business in cui è leader quali veterinaria, zootecnia e sanità pubblica veterinaria; PVI per tutti gli altri comparti, tra cui quello alimentare e della sicurezza alimentare umana (leader), quello dei laboratori e il settore della chimica; PVI Formazione Srl, società del gruppo focalizzata sulla formazione residenziale e a distanza (ente accreditato). PVI è anche accreditata per la formazione ECM di tutte le professioni sanitarie, per la formazione dei Tecnologi Alimentari e per gli operatori alimentari che manipolano alimenti.

“Siamo particolarmente soddisfatti di questa nuova acquisizione – commenta Ivo Nardella, Amministratore Delegato del Gruppo Tecniche Nuove – perché completa la nostra posizione di leadership in termini di offerta editoriale e formativa per un settore strategico per l’economia italiana come quello dell’agricoltura moderna. Da oggi, grazie alla completezza del nostro portfolio di riviste, eventi, libri, formazione e soluzioni digitali saremo in grado di valorizzare gli aspetti scientifici, le tecnologie, e il mix di professionalità grazie alle quali le molte filiere produttive nel campo dell’alimentazione possono orgogliosamente parlare di Made in Italy”.

Gabriele Lanzarotti, Amministratore unico di Point Vétérinaire Italie, manterrà il suo ruolo e sarà responsabile del suo sviluppo. PVI presente in Italia dal 1992, sul fronte editoriale pubblica un settimanale, un quindicinale, cinque mensili, quattro bimestrali, tre trimestrali. Il settore libri presenta un ricco catalogo di oltre un centinaio di titoli, tra testi universitari, manuali e libri per professionisti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Milan: Paolo Scaroni nominato presidente. Sarà anche amministratore delegato ad interim

Rai, lunedì la ratifica del nuovo Cda. A seguire ad e presidente designati dal Consiglio dei ministri

Agcom, osservatorio media 1° trimestre: quotidiani in calo (-8,2%); tv maluccio Rai e Mediaset, cresce La7; boom social di Instagram