Vince L’Isola dei famosi, flop della fiction Rai, Floris quasi record con Gentiloni, Di Maio e Salvini

Quella di martedì 27 febbraio va nell’archivio di Auditel come una serata tv contrassegnata da almeno quattro cose: i grandi ascolti di ‘Striscia la Notizia’ (6,993 milioni e 24,5% di share, picco da 8,5 milioni e 30%) con la puntata caratterizzata dal rischioso servizio allo Zen di Palermo; la vittoria chiara de ‘L’Isola dei Famosi’ (4,5 milioni e 23,8% su Canale 5) sulla preoccupante fiction Rai ‘E’ arrivata la felicità’, ieri sotto la soglia dei 3 milioni su Rai1 (2,992 milioni e 12,09%); la esuberante presenza di Giorgia Meloni (in prima serata su Rai3 e poi da Bruno Vespa); la ‘sfida’ oramai molto sbilanciata tra i talk di prima serata.

Il vero protagonista di serata è stato probabilmente Giovanni Floris, che si è installato saldamente sul terzo gradino del podio con ‘DiMartedì’ (1,969 milione e 8,22%), battendo, nell’ordine, la proposta cinematografica di Italia1 (‘Harry Potter e il principe mezzosangue’ a 1,896 milioni e 8,3%), quella di intrattenimento leggero di Rai2 (‘Stasera tutto è possibile? a 1,733 milioni e 7,3%), il titolo action di Rete4 (‘La preda perfetta’ a 1,575 milioni e 6,2%). Floris, alla fine, ha più che doppiato la concorrenza di genere di Rai3, che ieri con ‘#Cartabianca’ ha avuto 974mila spettatori e il 4%.

Gli ingredienti del successo del programma de La7? Il clima elettorale, ovviamente, ma anche il fortunato connubio con la comicità di Gene Gnocchi e la forza degli ospiti. Dopo Paolo Gentiloni, premier uscente, è arrivato sul palco Luigi Di Maio con una task force di ministri cinquestellini in pectore, e quindi nella fase finale c’è stato Matteo Salvini. In tutte le tre fasi chiave, ‘DiMartedì’ ha corso vicino alla linea del 10%, andando un po’ sotto con Gentiloni, che ha un po’ sofferto il fuoco amico di Rai3, che in quel frangente proponeva Marco Minniti. Dopo il ministro degli interni, la Berlinguer ha proposto Giorgia Meloni, Alessandro Di Battista, Eugenio Scalfari, ma non è mai riuscita a risalire la china. Meglio di ieri Floris aveva fatto il 7 novembre del 2017, con Matteo Renzi ospite (torchiato da Massimo Giannini, a quota 2,123 milioni e 9,1% di share).

In access da sottolineare, oltre al picco di ‘Striscia’, la solita chiara vittoria de La7 su Rete4. Anche qui uno scontro che una volta sarebbe stato fratricida: ‘Otto e mezzo’ con Pierluigi Bersani ospite di Lilli Gruber, ha riscosso 1,824 milioni di spettatori e il 6,46%; mentre su Rete 4 ‘Dalla vostra parte verso il voto’, con Andrea Orlando ospite di Maurizio Belpietro (con Veronica Gentili), si è fermato a soli 770mila spettatori e il 2,75%.

In seconda serata ha dominato ‘L’Isola dei famosi’ che nei momenti finali, a cavallo dell’una di notte, ha superato il 35% con le nominations. Molto distante è arrivata Rai1. ‘Porta a Porta’, con Bruno Vespa alla conduzione, e tra gli ospiti Giorgia Meloni e la mamma di Pamela, la ragazza uccisa a Macerata, e quindi nella seconda parte i problemi ai treni innescati dalla neve e dal gelo, ha avuto 905mila spettatori e l’8,12% di share. Ma dopo mezzanotte ha fatto bene anche il finale del film di Italia 1, ‘Harry Potter e il principe mezzosangue’.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Editoria, Fnsi: governo colpisce piccole testate non grandi giornali. File: del Fondo beneficiano solo 5 giornali nazionali…

Rai, Tria: proroga a marzo 2019 per definire piano industriale ed editoriale. Conti in miglioramento

Riappare online (con un curioso sottotitolo) l’archivio storico de L’Unità. Mistero sull’autore dell’operazione