Presentati 3 progetti per il nuovo stadio del Cagliari. Il presidente Giulini: inizia un percorso pazzesco

Giorgio Greco – “Oggi inizia un percorso pazzesco”. Così il presidente del Cagliari Calcio, Tommaso Giulini, ha introdotto i lavori di presentazione dei tre progetti finalisti tra i quali sarà scelto quello che costituirà il punto di partenza per la progettazione definitiva ed esecutiva del nuovo stadio. Alla presentazione sono intervenuti il sindaco di Cagliari, Massimo Zedda, il vicepresidente della Regione, Raffaele Paci (il presidente Francesco Pigliaru aveva impegni istituzionali fuori sede), il direttore generale della Figc e vicepresidente dell’Uefa, Michele Uva, mentre il il presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo, Andrea Abodi ha mandato un video-messaggio in cui ha elogiato il massimo dirigente rossoblu (“quando l’ho conosciuto mi ha parlato subito della ‘nuova casa’ del Cagliari e poi della squadra”).

Nella foto, da sinistra il presidente del Cagliari Tommaso Giulini, il vicepresidnete della regione Raffaele Paci, il sindaco di Cagliar Massimo Zedda e il direttore generale della Figc Michele Uva

L’evento si è svolto nell’ex Lazzaretto (edificio costruito nel 1600 dopo l’epidemia di peste che colpì Cagliari) riconvertito in centro per mostre ed eventi nell’ambito del progetto di riqualificazione del Borgo di Sant’Elia. Michele Uva si e’ soffermato brevemente sulla situazione dell’impiantistica:”sono a disagio quando affrontiamo questo problema a livello europeo, visto che negli ultimi dieci anni in Europa sono stati costruiti 194 nuove impianti e solo 4 in Italia (L’Allianz Arena della Juventus, la Dacia Arena dell’Udinese, il Mapei stadium di Reggio Emila dove gioca il Sassuolo, e il Benito Stirpe del Frosinone)”. Per Uva il nuovo stadio del Cagliari ha tutti i requisiti per diventare un impianto modello (“oltre che la casa dei tifosi, avrà ricadute positive in termini di occupazione, sarà un simbolo per la città  e l’intera regione”), una porta aperta verso il futuro: “un futuro che significa essere pronti per il 2028 quando l’Italia potrebbe ospitare gli Europei e il nuovo stadio di Cagliari ha tutto per ospitare le gare del torneo”.

Il consigliere del CdA del Cagliari, Stefano Signorelli, ha fatto una breve cronistoria della vicenda, prima di dare la parola ai rappresentanti dei tre progetti finalisti che hanno superato una selezione alla quale hanno partecipato 25 studi di progettazione nazionali e internazionali. I tre finalisti sono J+S e One Works, società di progettazione e consulenza, che si è avvalsa della collaborazione degli architetti portoghesi Ançalo Byrne e João Nunes, di Deerns e dello Studio Majowiecki; Sportium, società consortile, che ha come soci Progetto CMR, Ideas, B&L e David Manica, architetto statunitense specializzato nella progettazione di stadi e arene; e Tractebel, società di ingegneria del gruppo Engie, che ha come partner lo studio di architettura polacco JSK Architekci, che ha contribuito a elaborare il progetto preliminare del nuovo impianto.

I tre progetti per il nuovo stadio. Dall’alto le proposte di J+S con One Works, Sportium
e Tractebel Engie

I tre progetti finalisti prevedono tutti la possibilità di ampliare fino a 30 mila (da 24 mila) la capienza (per poter ospitare gare internazionali). “Un faro che guida un processo di metamorfosi urbana, oltre il match-day” è il concetto chiave su cui ruota il progetto di J+S e One Works; uno stadio che diventi l’orgoglio della città e della squadra, in linea con le migliori buone pratiche internazionali, è il concept del progetto di Sportium; mentre il progetto Tractbel-Engie ruota intorno a tre elementi, il mare, la storia e il vento, e ha disegnato un impianto molto avveniristico che si sviluppa su cinque livelli, l’ultimo dei quali ospiterà un ristorante e una sky lounge, con ampie vetrate da cui si potrà da una lato guardare al campo di gioco e dall’altro una panoramica sul mare.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Per festeggiare i vent’anni la Bicocca punta sui runner

Boom della comunicazione social su CR7. Ne parla tutto il mondo e la Juve guadagna milioni di follower

Ecco Nike Merlin, pallone ufficiale della Serie A 2018- 2019