Tottenham-Juve sfiora 9 milioni nel finale. Poi Vespa supera Mannoni e Porro. Gruber ok con Calenda

Serata tv in HD, titolano i giornali sportivi. Ieri sono tornati a fare la differenza Higuain e Dybala e la Juventus ha portato a compimento una rimonta sofferta a Londra contro il Tottenham. Un passaggio ai quarti di finale, quello della squadra di Massimiliano Allegri, che – in attesa di sapere cosa farà la Roma nel torneo – offre comunque a Mediaset e Publitalia risorse preziose (almeno altre due date top) per la programmazione in chiaro delle prossime settimane primaverili.

Ieri dunque su Canale 5 la Champions League ha fatto il botto: 7,952 milioni e 28,59% per l’intera partita, con il secondo tempo a 8,1 milioni e 29,45% e con i minuti finali di sofferenza per il popolo bianconero che hanno appassionato quasi 9 milioni di spettatori con il 34,2% di share intorno alle 22.33.

Dietro l’ammiraglia commerciale è arrivata quella pubblica, ma molto staccata e per lunga parte della serata superata anche da Rai3: su Rai1 la fiction più debole di questa stagione, ‘E’ arrivata la felicità’, ha riscosso 2,7 milioni e il 10,95% di share nelle media dei due episodi, funzionando solo in parte da primo riferimento alternativo al calcio per il pubblico femminile.

Tradizionalmente resiliente quando c’è il football o air, su Rai3 ‘Chi l’ha visto?’ ha avuto ben 2,570 milioni di spettatori e il 10,96%, vincendo di netto il confronto con ‘Le Iene Show’, ieri in calo a 2,077 milioni e 10,2% su Italia 1, ma comunque capaci di diventare leader dalle 23.15 in poi, dopo la fine, cioè, dello speciale di Canale5 sulla partita di Wembley. In coda alla graduatoria, su Rete4 l’extra cult ‘Don Camillo’ ha avuto ben 1,382 milioni di spettatori e il 5,6%, battendo i tre episodi di ‘Ncis’ su Rai2, che si sono attestati a 1,256milioni e il 5,2%. Ultima, dopo i successi elettorali, è arrivata La7, che con la pellicola ‘Moll Flanders’ ha difeso l’onore con 620mila spettatori ed il e il 2,66%.

Nella seconda parte della seconda serata, il traino della Juve e dello speciale ‘Champions League’ (3,1 milioni e 15,5%) non sono bastati a Nicola Porro per vincere. ‘Matrix 18’, con Pietro Senaldi, Paolo Becchi e Luca Telese tra gli ospiti della parte politica, ha avuto 769mila spettatori e l’8,77%. Bruno Vespa, con Massimo Franco, Andrea Orlando, Massimiliano Fedriga tra gli ospiti di ‘Porta a Porta’, ha riscosso 905mila spettatori e l’8,12%. E su Rai3 a ‘Linea Notte’, Maurizio Mannoni ha portato a casa dopo la Sciarelli ben 824mila spettatori e il 9,81% di share.

In access prime time questo il bilancio dei talk d’informazione: su La7 per ‘Otto e mezzo’ 1,8 milioni di spettatori e il 6,4% con Carlo Calenda e Marco Damilano ospiti di Lilli Gruber; su Rete 4 per ‘Dalla vostra parte’ 1,187 milioni di spettatori e 4,28% con il sociologo filo grillino Domenico De Masi, Piercamillo Falasca e Pierluigi Diaco tra gli ospiti di Maurizio Belpietro.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Cda Rai: il Parlamento elegge i consiglieri Borioni e Coletti (Senato), De Biasio e Rossi (Camera) – CHI SONO

Vigilanza Rai, Fnsi-Usigrai: con Barachini istituzionalizzato il conflitto d’interessi

Netflix apre alla radio con un canale dedicato alle commedie. E prova a calamitare nuovi clienti