Su Twitter le bufale corrono più delle notizie vere. E non è colpa dei robots

Le bufale su Twitter corrono sei volte più veloce delle notizie vere. Hanno provato a dimostrarlo tre ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (Mit) in una ricerca condotta da Soroush Vosoughi, che spiega: “abbiamo visto che le notizie false spesso hanno un impatto emotivo diverso da quelle vere”. In particolare, “la gente risponde alle notizie false con maggiore sorpresa o disgusto”. Mentre le notizie vere provocano tristezza, attesa e fiducia.

Le fake news, hanno rilevato i tre studiosi, hanno il 70% in più di probabilità di essere ritwittate. Almeno questa è l’evidenza empirica emersa nella ricerca condotta su di un campione pari a 126mila tweet scritti da 3 milioni di persone e ritwittati oltre 4,5 milioni di volte. La ricerca è stata ripresa anche dalla rivista Science. Le bufale più veloci riguardano politica, terrorismo, disastri naturali, finanza e scienza.

Inoltre, non sarebbero soprattutto bot e altri tipi di programmi a rendere le bufale così popolari ma le persone, che si lasciano attirare dal modo in cui le fake news sono confezionate per apparire credibili ed efficaci.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Confindustria Radio Tv: tagli a informazione non portano benifici; costruire nuovo modello business e riconosciuto copyright 

Dal 22 ottobre al via ‘Fuorilegge’, spazio settimanale di Klaus Davi su TgCom24

Panorama: dai giornalisti ribadito il no alla cessione