Don Matteo brilla meno, un flop le prime tv Mediaset, Formigli batte Del Debbio, vola Tv8 con Lazio-Dinamo

Nella serata dell’otto marzo le due storie di ‘Don Matteo’ erano entrambe coerenti con il tema di giornata. La fiction Lux, però, ha pagato ugualmente dazio al calcio e alla politica, non soffrendo per nulla, invece, la contrapposizione delle pellicole ambiziose in prima tv su Canale 5 e Italia 1.

 

La serie di Rai1 con Terence Hill protagonista ieri è calata sotto la soglia dei 6 milioni (a 5,986 milioni e 27,05%), ma a fare malissimo sono stati soprattutto ‘The Martian’ su Canale 5 (solo 2 milioni e il 10,26% il film con Matt Damon) e ‘Crimson Peak’ su Italia 1 (757mila spettatori e il 3,3%).

Sul terzo gradino del podio è salita virtualmente L’Europa League, in versione free+pay del gruppo Sky:  ‘Lazio-Dinamo Kiev’ ha ottenuto su Tv8 in chiaro 1,366 milioni e 5,5% di share; su Sky Sport lo stesso incontro ha conseguito 468mila spettatori con l’1,9% di share, per un totale di oltre 1,7 milioni di spettatori e il 7%. Dietro le prime tre hanno corso molto vicine tra loro La7, Rai2 e Rete4.

Su Rai2 una buona puntata di ‘Boss in incognito’ (protagonista Marco D’Arrigo il fondatore di California Bakery) ha riscosso 1,478 milioni di spettatori e il 6,1%, mentre i due lunghissimi talk politici hanno portato a casa entrambi ottimi risultati. Su La7 ‘Piazzapulita’, con Corrado Formigli alla conduzione e tra gli ospiti Matteo Richetti, Ferruccio De Bortoli, Antonio Padellaro, Barbara Serra, Domenico De Masi, Teresa De Sio, Stefano Feltri, Ernesto Preatoni, Stefano Massini, Alessandro De Angelis e Michele Ainis, ha raccolto 1,345 milioni di spettatori e il 6,95% di share tra le 21.19 e le 24.44. Su Rete4 ‘Quinta Colonna’, con Paolo Del Debbio alla conduzione e tra gli ospiti Federico Pizzarotti, Mario Giordano, Peter Gomez, Luca Zaia, Maria Stella Gelmini, Alessia Morani, Gianfranco Librandi, Giancarlo Giorgetti, Vladimir Luxuria e Daniela Santanché, ha avuto 1,2 milioni di spettatori e il 6% di share tra le 21.22 e le 24.31 (e con la coda finale 629mila spettatori e il 7,71%).

Ebbene, se si considera il periodo in cui le trasmissioni di Rai2, La7 e Rete 4 sono andate in onda contemporaneamente, il bilancio racconta i veri equilibri: Formigli ha fatto il botto a quota 1,6 milioni con il 6,67% di share, terzo programma generalista; ‘Boss In incognito’ ha conseguito 1,468 milioni ed il 6,05% di share; Del Debbio con 1,2 milioni ed il 5,02% di share è arrivato penultimo. Se si considera per la fase di sovrapposizione – più ampia – tra i talk di Rete 4 e La7, si registra un recupero di Del Debbio (davanti al rivale dopo le 24.00), a 1,2 milioni con il 6% (per Formigli 1,391 milioni ed il 6,95% di share). Più del film di Italia 1 e de ‘La Grande Storia’ su Rai3 (986mila e 4%) ha fatto infine su SkyUno la finale di ‘Masterchef’, a 975mila spettatori di flusso con il 4,2%, soffrendo la concorrenza interna dell’Europa League.

In seconda serata è stato chiaro il predominio di ‘Porta a Porta’. Trainata da ‘Don Matteo’, la puntata al femminile del salotto vespiano (con Roberta Pinotti, Beatrice Lorenzin, Lucia Borgonzoni e Annagrazia Calabria) ha conseguito 1,257 milioni di spettatori e 14,91% di share. Un clamoroso flop, prima di ‘Linea Notte’ (296 mila e 3,28% di share), continua ad essere il pur meritevole show musicale ‘Ossigeno’ su Rai3 (con Manuel Agnelli alla conduzione 274mila e 1,6% di share).

In access ancora netto il predominio di Lilli Gruber su Maurizio Belpietro. Su La7 ‘Otto e mezzo’, con Mario Monti e Marco Travaglio ospiti, ha avuto 1,864 milioni di spettatori e il 7,41%; su Rete 4 ‘Dalla vostra parte’, con Luciano Fontana, Veronica Gentili, Alessia Rotta, Daniele Martinelli, Fidel Bauna ospiti, ha ottenuto 949mila spettatori e il 3,8%.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Rtl 102.5, accordo con Scf per la diffusione della musica in radio e multipiattaforma

Rai, Fico: il nuovo cda deve essere indipendente. Il servizio pubblico è dei cittadini, non del Governo

Nasce Reputation Science, joint venture tra Community Group di Palomba e Reputation Manager di Barchiesi