Per contrastare le fake news, Twitter pensa a profili verificati per tutti

Nella sua lotta contro le fake news, Twitter sta pensando di allargare a tutti i profili verificati, cioè quelli con il bollino blu che solitamente campeggia sugli account di personaggi famosi, media e istituzioni.  “Vogliamo essere uno dei servizi più affidabili al mondo e sappiamo che abbiamo molto lavoro da fare”, ha spiegato il ceo del social Jack Dorsey, sottolineando come la piattaforma sia al lavoro su un nuovo sistema di verifica dell’identità, che potrebbe essere operativo con i candidati alle elezioni di metà mandato negli Stati Uniti.

Jack Dorsey (foto OlycoM)

Nel frattempo, secondo il sito Buzzfeed, Twitter ha sospeso migliaia di profili popolari accusati di violare le politiche antispam del social, sia rubando cinguettii di altri senza citarli, sia facendo “tweetdecking”, cioè retwittando a pagamento i post in modo da farli diventare virali.

Qualche giorno fa, una ricerca condotta dal Massachusetts Institute of Technology (Mit), ha evidenziato che le notizie bufala su Twitter corrono sei volte più velocemente rispetto alle notizie vere e hanno il 70% in più di probabilità di essere ritwittate.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Dal 22 ottobre al via ‘Fuorilegge’, spazio settimanale di Klaus Davi su TgCom24

Panorama: dai giornalisti ribadito il no alla cessione

Selfie mortali, dal 2011 al 2017 259 decessi legati alla ricerca dello scatto perfetto