La Terra al centro della terza edizione del Festival dei Diritti Umani

La Terra è una, è per tutti, non per pochi. Questo il tema della terza edizione del Festival dei Diritti Umani, alla Triennale di Milano, dal 20 al 24 marzo 2018. L’evento, creato per sensibilizzare la cittadinanza sui diritti umani, per denunciare le loro violazioni e dare rilievo a chi li difende, è organizzato da Reset-Diritti Umani, con il patrocinio di Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Città Metropolitana di Milano, Comune di Milano, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Amnesty International Italia, Legambiente, Ordine degli Avvocati di Milano, Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Milano.

Una. Per tutti. Non per pochi. Il tema della terza edizione è la devastazione della Terra, spiega una nota, e di come questo saccheggio incide sui diritti umani: inquinamento, profughi ambientali, impazzimento climatico ma anche i segnali della consapevolezza di una necessaria inversione di tendenza.

Lo schema del festival prevede alla mattina appuntamenti pensati appositamente per gli studenti delle superiori con proiezioni di documentari e testimonianze; al pomeriggio e sera una programmazione a 360° con documentari e film, spesso inediti; dibattiti con intellettuali e studiosi italiani e internazionali, dialoghi con testimoni; mostre fotografiche. L’ingresso è libero e gratuito, fino a esaurimento posti. Il programma dettagliato sul sito.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Paparazzi. Alle Gallerie d’Italia gli scatti dei divi che hanno fatto la storia della fotografia e del costume

Anes, a febbraio 2019 nuova b2b marketing conference

Obe lancia tre nuovi hub e la ‘Obe Academy’ per manager e professionisti