YouTube segnalerà contenuti da Wikipedia accanto ai video su teorie cospirazioniste

YouTube inizierà presto a mostrare informazioni tratte da Wikipedia accanto ai video che diffondono teorie cospirazioniste. Lo ha annunciato il ceo Susan Wojcicki al festival South by Southwest in corso in Texas. Chiamati “spunti di informazione”, queste finestre informative inizieranno a comparire tra un paio di settimane sotto ai video, per fornire informazioni alternative e documentate a quelle presenti nei contenuti che l’utente sta guardando, in modo da poter approfondire la questione affrontata.

“Quando ci sono video incentrati su cospirazioni – e stiamo usando una lista di teorie della cospirazione ben note, presa da Wikipedia – allora mostreremo una unità informativa di Wikipedia che indica che qui ci sono informazioni su quell’evento”, ha spiegato Wojcicki.

Susan Wojcicki, ceo di YouTube

La manager non ha reso noto quante teorie del complotto sono presenti sulla lista iniziale, ma ha detto che sarà ampliata nel corso del tempo, aggiungendo che saranno utilizzate altre fonti di informazione oltre a Wikipedia.

L’annuncio arriva a pochi giorni da un articolo del New York Times in cui si afferma che l’algoritmo della piattaforma privilegi e suggerisca video estremistici per ottenere più visualizzazioni. Cosa che si verificherebbe non solo per temi che riguardano la dieta o l’esercizio fisico, ma anche e soprattutto su questioni politiche, fino a spingere l’autrice dell’articolo Zeynep Tufekci, professoressa alla School of Information and Library Science della University of North Carolina, a definire la piattaforma di videosharing, come il più grande potenziale strumento di radicalizzazione nel 21esimo secolo.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Audiweb, total digital audience a febbraio: il 77% del tempo speso è mobile – INFOGRAFICHE

Bolloré lascia la guida di Vivendi al figlio Yannick. Nominato président Cds

Due licenziamenti alla Gazzetta dello Sport. Forte impatto nelle redazioni Rcs