Terna

Le parole
dell’energia

ogni settimana scopriamo insieme
come cambia il sistema elettrico italiano

La responsabilità dell'energia. L'energia della responsabilità

Trasmissione


La trasmissione consiste nel trasporto dell’energia elettrica da chi la produce a chi la consuma. È una delle tre fasi che compongono il sistema elettrico nazionale, insieme alla produzione e alla distribuzione. Trasmettere energia elettrica su grandi distanze in alta e altissima tensione (380 kV - 220 kV e 150 kV - 132 kV) è la funzione che svolge Terna, in regime di monopolio naturale e all’interno di un mercato regolato, a beneficio della collettività e dell'intero sistema energetico nazionale.

Terna è al centro della “filiera elettrica”: è responsabile della trasmissione, ovvero di gestione, mantenimento e sviluppo della rete di trasmissione nazionale, e del dispacciamento, attività che consiste nel gestire i flussi di energia elettrica sulla rete in qualsiasi momento.

Questo compito è svolto attraverso un sistema complesso e articolato, composto da un grande numero di asset fatto di elettrodotti impianti e dispositivi elettrici destinati allo smistamento, alla regolazione e alla trasformazione dell'energia elettrica, in modo da renderla adatta a soddisfare le richieste della successiva fase di destinazione.

Stazioni elettriche

Dai centri di produzione, o dai punti di confine per l’energia importata, le linee elettriche in alta e altissima tensione trasportano l’energia ai nodi di smistamento: le stazioni elettriche. A seconda della funzione di interconnessione svolta, sono classificate in stazioni di smistamento, tra linee allo stesso livello di tensione; stazioni di trasformazione, tra linee a diverso livello di tensione, tramite l’utilizzo di trasformatori; stazioni di conversione, tra linee in corrente continua (HVDC), con impianti di conversione tra corrente alternata e continua. Dalle stazioni vengono alimentate le linee in alta tensione che portano l'energia alle cabine primarie. In Italia le stazioni elettriche gestite da Terna sono più di 870.

Cabine primarie

La rete di trasmissione si interfaccia con quella di distribuzione tramite le cabine primarie. Si tratta di impianti elettrici che hanno la funzione di trasformare l’energia in ingresso ad alta tensione in energia a media tensione (8.4, 10, 15 o 20 kV in base alla zona geografica da alimentare). Oltre ad alimentare la rete di distribuzione, le cabine forniscono l’energia alle utenze industriali di medie dimensioni e a quelle commerciali di grandi dimensioni. L’energia in media tensione arriva poi alle cabine secondarie per essere trasformata a bassa tensione (380 V trifase) e diffusa capillarmente alle utenze finali, come negozi, uffici e case (a 220 V monofase). In Italia le cabine primarie sono circa 2000.

Trasformatori

L'elevazione e l'abbassamento della tensione dell'energia elettrica è effettuata attraverso l'utilizzo dei trasformatori, dispositivi elettrici che consentono la connessione e il trasferimento di energia tra reti a tensione diversa. Grazie ai trasformatori, l'energia prodotta in media tensione dalle centrali elettriche viene prima trasformata in alta e altissima tensione per poi essere riportata ad un livello di tensione inferiore in prossimità delle utenze finali. Questo fa sì che il trasporto dell’energia avvenga in modo efficiente, dato che a parità di potenza trasportata, maggiore è la tensione, minori sono le perdite per dissipazione lungo le linee elettriche. In Italia i grandi trasformatori sulla rete di Terna sono 781.

Lavori sotto tensione (LST)

La missione di servizio pubblico che svolgono le persone di Terna è indispensabile per il funzionamento dell'intero sistema elettrico italiano. I tecnici specializzati di Terna lavorano sulle linee ad alta tensione anche in servizio, cioè senza interrompere il flusso dell’energia! Punto di riferimento per la formazione ai lavori sotto tensione è il Centro di addestramento di Viverone in Piemonte. Il centro ospita un laboratorio elettrico e uno meccanico per le prove di isolamento e conduzione, i collaudi e la verifica dell’adeguatezza delle attrezzature. In trent’anni Terna ha realizzato oltre 45.000 lavori sotto tensione in tutta Italia. Ha sviluppato molti standard sulle distanze di lavoro e sulle attrezzature mettendo a punto soluzioni e protocolli che oggi rappresentano un punto di riferimento per il settore in tutta Europa.


Highlights


I numeri della Rete di Trasmissione Nazionale gestita da Terna

0

Km di linee elettriche

20

Interconnessioni

0

Stazioni elettriche

99

Trasformatori

9999

TWh di Energia gestita





Highlights


I numeri della Rete di Trasmissione Nazionale gestita da Terna

72900

Km di Linee elettriche

25

Interconnessioni

873

Stazioni elettriche

781

Trasformatori

320.5

TWh di Energia gestita




Sistema elettrico

Il sistema elettrico nazionale è costituito dalla produzione, dalla trasmissione e dalla distribuzione dell’energia elettrica alle utenze finali. L’energia elettrica come la conosciamo non esiste in natura: bisogna produrla. Produrre energia vuol dire trasformare in elettricità l’energia ricavata da fonti primarie. Questa trasformazione avviene nelle centrali elettriche. Dagli impianti di produzione l’elettricità viene trasportata ai consumatori tramite un fitto e articolato sistema di linee, cavi e apparecchiature. Si tratta della rete elettrica, una rete di tipo “magliato” su tutto il territorio nazionale, la cui caratteristica principale è la costanza di alcuni parametri elettrici, tra cui la frequenza e la tensione. Queste due grandezze, in particolare la frequenza, devono essere mantenute costanti per evitare il rischio di disalimentazioni più o meno estese come, in casi estremi, i black-out.


Proprio per mantenere il valore della frequenza costante (50 Hz), in ogni istante l’energia elettrica richiesta dai consumatori finali deve essere uguale a quella dell’energia elettrica generata dai produttori.

Chi gestisce i flussi di energia elettrica? Terna che, attraverso il dispacciamento, si occupa di bilanciare l’offerta e la domanda di energia, 365 giorni l’anno, 24 ore al giorno.

L’ultima fase che conclude la filiera del sistema elettrico nazionale è rappresentata dalla distribuzione, ovvero la consegna di elettricità in media e bassa tensione alle utenze finali, domestiche e industriali.

Resilienza

Aumentare la resilienza del sistema elettrico significa incrementare la capacità della rete di resistere a sollecitazioni estreme (in caso, ad esempio, di eccezionali eventi meteorologici sempre più frequenti) e a intervenire con la massima efficacia e tempestività per il ripristino della fornitura di energia elettrica. Sviluppare un approccio resiliente implica cercare anche all’esterno della propria gestione quelle sinergie che permettano di agire nel miglior modo possibile, soprattutto nelle condizioni di emergenza. Terna ha messo a punto un “Piano di Resilienza” che include misure e interventi di sviluppo, manutenzione e mitigazione da adottare per aumentare la resilienza del sistema, con particolare riguardo per le aree interessate dal fenomeno dei “manicotti” di ghiaccio.


Manicotti di ghiaccio

I “manicotti” di ghiaccio sono cilindri dovuti al fenomeno della neve bagnata (wet snow), cioè all’alto contenuto di acqua liquida nel fiocco. Rappresentano la principale minaccia per i conduttori. Quando c’è vento la neve bagnata può aderire sul fianco del conduttore facendolo ruotare e, man mano che si solidifica, creare l’effetto del manicotto. Questo meccanismo può determinare la formazione di un involucro di neve ghiacciata che arriva anche a 10 volte il diametro del conduttore. Il peso che grava sui conduttori può aumentare in modo significativo, anche di migliaia di chili, arrivando in casi estremi a danneggiare l’intero sostegno.


Transmission System Operator (TSO)

L’Europa dispone di una sofisticata rete di trasmissione elettrica. È una “rete delle reti” interconnessa che integra i grandi gestori nazionali di energia. Il TSO, Transmission System Operator, è un operatore di sistemi di trasmissione incaricato del trasporto dell'energia sotto forma di gas naturale o energia elettrica, a livello nazionale o regionale, per mezzo di un'infrastruttura fissa. Terna è l’unico operatore di sistemi di trasmissione in Italia e tra i principali in Europa per chilometri di linee gestite: 72.900 km di linee ad alta tensione e 25 linee di interconnessione con l’estero. Fa parte di ENTSO-E, l’organismo che raggruppa i 43 gestori dei sistemi di trasmissione dei 36 paesi dell’Europa che, a livello comunitario, ha il compito di adottare strumenti comuni per lo sviluppo e la gestione della rete elettrica europea.

Terna ha un ruolo centrale nella transizione energetica verso le fonti rinnovabili, garantendo un approvvigionamento sicuro ed efficiente a famiglie e imprese.



Vuoi saperne di più sugli elementi che compongono la rete?
Terna da anni collabora su Wikipedia per lo sviluppo del sapere libero in rete, arricchendo le voci del Portale Energia con approfondimenti e immagini del proprio settore di attività.
Libera e condividi l’energia Scopri il progetto!


La responsabilità dell'energia. L'energia della responsabilità