ABI: LA RIVISTA ‘BANCARIA’ COMPIE SESSANT’ANNI E SI RINNOVA

Condividi

ABI: LA RIVISTA ‘BANCARIA’ COMPIE SESSANT’ANNI E SI RINNOVA
 
(AGI)- Roma, 1 dic. – ‘Bancaria’, la rivista dell’Abi, compie sessant’anni e si rinnova. Il ‘compleanno’ del mensile economico-finanziario edito da Bancaria Editrice e’ stato celebrato oggi a Roma, nel corso del convegno ‘Sviluppo e crisi, le lezioni della storia’, durante il quale e’ stato presentato anche il volume realizzato per l’occasione, ‘Economia e banca, tra cronaca e storia. Bancaria 1949-1979: un laboratorio di idee e innovazione’. “Bancaria, insieme con altre riviste italiane fondate nel dopoguerra – ha sottolineato Mario Sarcinelli, vice presidente dell’Abi e presidente di Dexia Crediop – e’ stata lo strumento di comunicazione di un paese e di un sistema bancario chiusi a lungo, dall’autarchia e dalla guerra, verso il mondo esterno dell’accademia, della scienza economica, della politica, delle nuove idee. La riedizione di molti articoli, pur mostrando i segni del tempo, ha certamente una valenza didattica, poiche’ permette a chi quei tempi non ha vissuto di ripercorrerli, ma ne ha anche altre due: la prima afferisce alla natura della disciplina economica che e’ fortemente dipendente dalle condizioni di tempo e di luogo, l’altra e’ di politica economica che dalle contingenze storiche non puo’ mai prescindere”. Nel corso dell’incontro, al quale hanno preso parte, oltre a Sarcinelli, Giuliano Amato, Pier Francesco Asso, Marcello De Cecco, Marcello Messori e Giuseppe Zadra, sono state presentate tutte le novita’ che d’ora in poi caratterizzeranno la rivista. “Forte della sua tradizione che ha attraversato la storia del Novecento italiano dai suoi albori fino al nuovo millennio – ha detto il direttore generale dell’Abi Zadra – Bancaria ha ora arricchito le sue pagine con nuove iniziative ed importanti novita’, che rafforzeranno la sua storica missione di rivista scientifica ‘bivalente’, in grado cioe’ di rivolgersi all’accademia come alle imprese, agli addetti ai lavori come ad un pubblico piu’ vasto, facendo al tempo stesso formazione e informazione sui temi dell’universo bancario e finanziario italiano ed internazionale”. Il volume presentato in occasione del sessantesimo anniversario di Bancaria raccoglie una serie di saggi relativi al primo trentennio, dal 1949 al 1979, ed ha una prefazione di Carlo Azeglio Ciampi. Gli scritti – tra cui quelli di Einaudi, Carli, Vanoni, Hicks, Samuelson, Friedman, Baffi, Mattioli, Caffe’, Modigliani, Sylos Labini, Pio XII ed altri – toccano ancora oggi temi di grande attualita’ come la funzione sociale e gli aspetti morali dell’attivita’ creditizia, la relazione tra risparmio ed investimento, le riserve bancarie, il ruolo delle banche nel rilancio dell’economia, i meccanismi della politica monetaria, il mercato unico europeo. Bancaria si e’ inoltre dotata anche di un nuovo Advisory Board, composto da professori universitari di prestigio ed esperienza, e di un Editorial Board, composto da tredici economisti e giuristi.