INSULTO’ FEDE, ‘DISTURBATORE’ PAOLINI CONDANNATO A 6 MESI

Condividi

INSULTO’ FEDE, ‘DISTURBATORE’ PAOLINI CONDANNATO A 6 MESI


(ANSA) – MILANO, 2 DIC – Il ‘disturbatore tv’ Gabriele Paolini, noto per le sue apparizioni e ‘interferenze’ durante i telegiornali, è stato condannato per diffamazione a mezzo stampa dal Tribunale di Milano e a 6 mesi di reclusione, per avere insultato durante una diretta televisiva del Tg4 il direttore Emilio Fede. Paolini dovrà  anche risarcire i danni per 10 mila euro. Durante un collegamento in diretta televisiva all’interno del Tg4, il 22 giugno del 2006, Paolini si presentò alle spalle del giornalista Alfredo Macchi che stava parlando e lanciò alcuni insulti nei confronti di Emilio Fede, che era in studio a Milano. Il pm aveva chiesto per lui il pagamento di una multa di 400 euro, mentre Salvatore Pino, legale di Fede, costituitosi parte civile, aveva chiesto per il ‘disturbatore’ una condanna alla reclusione “perché è l’unico modo per fermare il suo continuo utilizzo della violenza verbale e della calunnia”. Condanna alla reclusione che poi è arrivata, decisa dal giudice monocratico della V sezione penale. L’avvocato di Paolini, Lorenzo La Marca, ha preannunciato che farà  ricorso in appello “perché questo è uno dei pochi processi in Italia che si è svolto senza aver sentito alcun testimone”. Il giudice, infatti, ha revocato l’ammissione dei testi (tra cui Emilio Fede, la cui escussione era stata richiesta dalla difesa di Paolini) ritenendo sufficiente la prova documentale rappresentata dal dvd nel quale era visibile l’intervento di Paolini nel corso del Tg4. (ANSA)