TLC: ROMANI, DA NUOVE RETI MIGLIORAMENTO PIL FINO A 2% ANNUO

Condividi

TLC: ROMANI, DA NUOVE RETI MIGLIORAMENTO PIL FINO A 2% ANNUO

(ANSA) – ROMA, 2 DIC – “Se è vero che l’infrastruttura per la NGN, rete di nuova generazione, genera per il prodotto interno lordo un miglioramento dell’1,5-2% annuo, vuol dire che dobbiamo realizzarla velocemente recuperando il terreno perso negli anni”. Così Paolo Romani, sottosegretario al Ministero delle Attività  produttive con delega alle comunicazioni, ha aperto il Business Broadband Forum in corso a Roma fino a giovedì. Reduce dal vertice a Bruxelles con i ministri delle Comunicazioni dei 27 in cui si è approvato il pacchetto telecom, Romani è tornato sul tema della separazione della rete, in cui “c’é il problema aggiuntivo dell’ottica differente che contraddistingue i diversi Paesi”. Il sottosegretario ha messo in evidenza il caso di Telefonica in Spagna e Deutsche Telekom in Germania che “non hanno nessuna intenzione di avere interferenze nella loro condizione di monopolista”, pur avendo un’autorità  garante. “Mi sembra di capire – ha concluso Romani – che a seconda di come sia la struttura tecnica della nuova rete il costo complessivo di investimento sarà  una cifra che va tra i 10 e i 14 miliardi”. (ANSA).