SEAT PG: CEDE TEDESCA WLW PER 47,8 MLN, 75 MLN MINUSVALENZA

SEAT PG: CEDE TEDESCA WLW PER 47,8 MLN, 75 MLN MINUSVALENZA


(ANSA) – MILANO, 2 DIC – Seat Pagine Gialle cede il 100% dela consociata tedesca ‘Wer Liefert was?’ (Wlw) agli svedesi Bisnode per un corrispettivo di 47,8 milioni (40 mln enterprise value e 7,8 riconoscimento della posizione finanziaria netta al 30 settembre scorso). Lo annuncia una nota, precisando che la cessione è avvenuta al termine di un’asta competitiva, e genererà  per il gruppo delle Pagine gialle una minusvalenza di circa 75 milioni. Wlw, società  specializzata nei servizi di pubblicità  internet, focalizzata sulle piccole e medie imprese manifatturiere tedesche, era stata acquisita nel 2007 per rafforzare la posizione di Seat in Germania e per sviluppare le sinergie con la consociata di Seat Europages, attiva nel segmento B2B. “Il peggioramento dello scenario macroeconomico in Germania – ha commentato l’amministratore delegato di Seat Pagine Gialle, Luca Majocchi -, ha ridotto significativamente il potenziale per lo sviluppo di queste sinergie, elemento chiave della passata acquisizione. La cessione di Wlw rientra quindi nella decisione di Seat di focalizzazione sul business italiano e di revisione strategica degli asset internazionali del Gruppo”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo