Editoria/ Rumors: Anna Wintour rischia di perdere direzione Vogue

Condividi

Editoria/ Rumors: Anna Wintour rischia di perdere direzione Vogue
Ma il proprietario della Condé Nast ha smentito


Roma, 3 dic. (Apcom) – Elegante e spietata, temuta dagli stilisti perché un suo giudizio negativo può compromettere un’intera collezione se non addirittura affossare una carriera, mitizzata definitivamente con il libro e poi film omonimo “Il diavolo veste Prada”, eppure anche per Anna Wintour gli astri potrebbero aver raggiunto una convergenza negativa dopo vent’anni di successo al timone di Vogue America. Tra le elite dei media di Manhattan, rivela The Independent, serpeggia infatti con insistenza la voce secondo cui il rinnovo del suo contratto l’anno prossimo, proprio in coincidenza dei suoi 60 anni, potrebbe saltare.


Sul sito newyorkese di gossip Gawker ieri si poteva leggere che Si Newhouse, proprietario dell’impero Condé Nast, di cui Vogue è una delle edizioni, avrebbe prolungato le sue vacanze in Europa per incontrarsi a Parigi con la direttrice di Vogue Francia, Carine Roitfeld, e discutere di una sua probabile promozione alla guida del prestigioso Vogue Usa al posto della Wintur. Newhouse oggi ha smentito i rumors dalle pagine del Wall Street Journal affermando che è “la cosa più stupida” che avesse mai sentito.


Tuttavia il pettegolezzo aleggia. La Wintour del resto ha 59 anni e potrebbe averne abbastanza. Chi stava al suo posto prima di lei, Grace Mirabella, lasciò alla stessa età . Dall’altra parte, però, ha spiegato a The Independent una fonte interna a Vogue, ha detto che è improbabile che la Roifeld, 55 anni, possa diventare la nuova direttrice dell’edizione americana in quanto il Vogue francese è radicalmente diverso da quello americano: troppo ‘fou frou’ ed elitario per la Middle America che sfoglia la rivista griffata Wintour. E in tempi di crisi come questi si ha più che mai bisogno di una direzione stabile e capace di far girare il business della moda come solo Anna Wintour può fare.