ICT: ISTAT, 96,2% IMPRESE CON ALMENO 10 ADDETTI DISPONE DI PC

ICT: ISTAT, 96,2% IMPRESE CON ALMENO 10 ADDETTI DISPONE DI PC


(AGI) – Roma, 4 dic. – L’Istat diffonde i principali risultati della rilevazione sull’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) nelle imprese con almeno 10 addetti attive nel settore dell’industria e dei servizi. I dati sull’uso dell’ICT sono riferiti a gennaio 2008, mentre quelli relativi al commercio elettronico e all’utilizzazione on-line dei servizi offerti dalla Pubblica Amministrazione fanno riferimento all’anno 2007. A gennaio 2008, rileva l’Istat, il 96,2 per cento delle imprese con almeno 10 addetti dispone di computer e, tra queste, il 97,9 per cento ha una connessione Internet. Il relativo divario che si registra tra le diverse unita’ produttive nell’adozione delle tecnologie di base non sembra essere piu’ riconducibile ad aspetti legati alla dimensione dell’impresa o alla sua ubicazione territoriale, ma piuttosto a fattori derivanti dalla specificita’ delle differenti attivita’ economiche. La dimensione aziendale svolge, invece, un ruolo importante nell’adozione di reti interne (Intranet) e esterne (Extranet), di applicativi più avanzati, quali quelli che consentono ai propri addetti di accedere a servizi aziendali dedicati alle risorse umane (40,4 per cento delle imprese piu’ grandi contro il 5,1 per cento di quelle al di sotto dei 50 addetti), di sistemi operativi open source (dal 43,1 per cento delle grandi imprese all’11,4 per cento delle unita’ di minore dimensione), della firma digitale (20,7 per cento delle piccole imprese contro il 44,1 per cento delle grandi). All’aumentare della complessita’ organizzativa, misurata dal maggior numero di addetti, si accresce anche il ricorso a strumenti informatici di condivisione e integrazione delle informazioni sia tra funzioni interne all’impresa sia tra sistemi informativi di imprese partner. L’utilizzo della connessione ad Internet avviene in misura prevalente per tipologie di servizi a limitato contenuto interattivo come l’accesso a servizi bancari o finanziari, il download di modulistica o la fruizione dei servizi offerti on-line dalla Pubblica Amministrazione (cui fa ricorso circa il 90,0 per cento delle imprese con almeno 50 addetti connesse a Internet). L’offerta e l’utilizzo di servizi più complessi ha ancora, quindi, ampi margini di crescita e sviluppo: attualmente appena un’impresa su cinque con sito web offre ai clienti la possibilita’ di effettuare ordinazioni on-line e le vendite elettroniche interessano appena cinque imprese su cento.
 


 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)