PRIVACY: MICROSOFT SORPASSA GOOGLE IN BUONA CONDOTTA NELL’UE

Condividi

PRIVACY: MICROSOFT SORPASSA GOOGLE IN BUONA CONDOTTA NELL’UE


(ANSA) – BRUXELLES, 9 DIC – Guerra Microsoft-Google a colpi di buona condotta sulla privacy: se l’azienda di Mountain View aveva ridotto da 18 a nove mesi il periodo in cui trattiene i dati personali dei propri utenti, il colosso di Redmond rilancia e si dice pronto a scendere a sei mesi, come raccomanda la Ue, ma a condizione che tutti i suoi concorrenti facciano la stessa cosa. “Potremmo scendere a sei mesi se gli altri ci seguiranno e se garantiranno che allo scadere dei sei mesi cancelleranno ogni traccia dell’utente, rendendo impossibile rintracciarlo”, ha detto all’ANSA John Vassallo, consulente di Microsoft per gli affari europei. Ma se Microsoft, che detiene soltanto il 2% del mercato in Europa, cambierà  politica da sola, i cittadini europei non avranno grandi vantaggi: “E’ necessario che anche gli altri si adeguino”, ha detto il consulente, in riferimento a Google (che copre il 62% degli utenti europei) e Yahoo, i suoi principali rivali. Il limite di sei mesi era quanto suggeriva la scorsa primavera la ‘Commissione articolo 29’, il consesso che a Bruxelles riunisce i garanti della protezione dati della Ue. Le autorità  aspettano entro febbraio le proposte dalle aziende per tutelare meglio i cittadini europei. In un parere consultivo, il comitato aveva anche sottolineato l’importanza di introdurre un anonimato completo e irreversibile dei dati conservati dai motori di ricerca. Ciò a cui essi si oppongono, sostenendo che sono indispensabili per migliorare il servizio. E per rendersi più appetibili alle aziende di pubblicità .