Rubriche – Nuovi media. Orange apre l’era dell’editoria elettronica mobile

Da ‘Prima comunicazione’, numero 385, Giugno 2008


Si sta aprendo in Europa l’era dell’edicola elettronica mobile. Da circa un mese Orange, il brand per i servizi mobili di France Télécom, ha iniziato a sperimentare un servizio di distribuzione di quotidiani in mobilità  chiamato Read&Go, cioè leggi e vai. Alla sperimentazione partecipano già  alcuni tra i principali giornali francesi: Le Monde, Le Parisien, Les Echos, L’Equipe, Telerama. Orange vuole aprire Read&Go anche agli altri quotidiani francesi, compresi quelli gratuiti, e agli editori di libri.
L’e-book reader, cioè la tavoletta elettronica per sfogliare giornali e libri, è fornita da iRex Technologies, una società  del gruppo Philips Electronics; è spessa circa un centimetro e mezzo e misura 22 x 26 centimetri; sul suo monitor si possono leggere facilmente i caratteri neri di testo su sfondo bianco. L’interazione è assicurata da una penna elettronica, mentre Kindle, l’e-book di Amazon (concettualmente simile a Read&Go ma per ora limitato al mercato statunitense), ha invece una tastiera qwerty, come quella dei computer. I quotidiani saranno aggiornati ogni ora, verranno trasmessi via rete mobile umts e wi-fi, e il terminale potrà  immagazzinare un miliardo di caratteri, ovvero circa 200 giornali alla volta. Si tratterà  insomma di una vera e propria edicola elettronica portatile.
Annunci analoghi (ma con altri sistemi) sono stati fatti anche dalla catena di distribuzione Fnac in partnership con Sony, e da Sfr, il gestore mobile concorrente di Orange. La sperimentazione di Orange terminerà  a luglio e allora verranno decise le modalità  concrete di commercializzazione del servizio e i prezzi per il pubblico. Alcuni studi indicano che solo in Francia gli abbonati ai giornali mobili saranno dai 2 ai 4 milioni già  nel 2010 su un totale di circa 53 milioni di telefonini. In Italia La Stampa lancerà  a settembre il giornale a pagamento ricevibile via pc e sul lettore iRex. Ma il quotidiano sarà  scaricabile solo da Internet e non verrà  distribuito – almeno per ora – da nessun gestore mobile. Vedremo se in futuro Tim o Vodafone o Wind o 3 Italia riprenderanno l’esperimento di Orange accordandosi con gli editori italiani.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale