Televisione – De Agostini. Ci siamo anche noi

Da ‘Prima comunicazione’, numero 385, Giugno 2008


Con tutta la forza di una casa editrice che ha 107 anni di vita (è nata nel 1901), possiede un marchio conosciuto in tutto il mondo e ha chiuso il bilancio 2007 con ricavi per un miliardo e mezzo di euro (oltre tre miliardi a livello di gruppo), De Agostini Editore si è decisa a riversare sulla  tematica satellitare e sul web l’esperienza di un editore specialista in hobby, passioni, interessi della gente.
L’amministratore delegato Stefano Di Bella ne parla confermando  l’accordo con Sky che riguarda il lancio entro tre anni di quattro nuovi canali tematici. Il primo è DeA Kids, dedicato ai bambini, con un taglio tipicamente De Agostini, il cui lancio è previsto per il prossimo ottobre.
“Vogliamo diventare noi stessi editori di contenuti sulle tivù, satellitari e digitali, e su Internet”, spiega Stefano Di Bella, aggiungendo che il nuovo canale per bambini sarà  basato su produzioni del gruppo De Agostini o prodotti di altissima qualità , acquistati all’estero,” in grado di trasmettere valori e insegnamenti nel momento stesso in cui intrattengono i bambini. Ci sono produzioni bellissime su un sacco di temi che possono andare molto bene. Certamente, saranno i bambini a scegliere, ma pensiamo che per i genitori sarà  rassicurante trovare, nell’ambito dei canali per ragazzi, un ambiente come quello garantito dal brand De Agostini”.
Per quanto riguarda gli altri canali da attivare entro tre anni, Di Bella  spiega che “il secondo canale potrebbe essere dedicato alla donna italiana. Il terzo alle passioni maschili”, mentre sull’ultimo canale il progetto è ancora in fase di studio.
Imminente, spiega Di Bella, anche l’ingresso di De Agostini nella web television. Il nuovo mezzo firmato De Agostini “conterrà  una serie di canali tematici verticali, ciascuno dei quali avrà  delle piccole serie di filmati, con episodi da 5/6 minuti ciascuno, incentrati su hobby, passioni, interessi, legati a quattro aree: fare, andare, essere e vivere. Per esempio l’uso facile della tecnologia, ricette di cucina, viaggi, arredamento… L’obiettivo è partire con quattro canali entro la fine dell’anno e l’inizio del 2009 per estenderli poi a otto entro la fine del 2009, con la progressiva creazione in parallelo di canali in altre lingue, come inglese, francese e spagnolo”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale