Comunicazione e pubblicità  – Compa. Tra Bologna e Milano

Da ‘Prima comunicazione’, numero 381, Febbraio 2008


Compa, il salone europeo della comunicazione pubblica, dei servizi al cittadino e alle imprese, lascia Bologna per approdare a Milano. Dal 21 al 23 ottobre 2008 il padiglione 6 della Fiera di Rho-Pero ospiterà  la quindicesima edizione della più importante e nota rassegna del settore, nata e cresciuta nel capoluogo emiliano. Una decisione che non ha mancato di creare nervosismi e frizioni tra i due soggetti che promuovono e organizzano la manifestazione: l’Associazione italiana della comunicazione pubblica e istituzionale, proprietaria legale del marchio Compa, e la società  Conference Service, gestore esclusivo e organizzatore dell’evento.
Negli ultimi mesi si è assistito a un rincorrersi di voci e smentite circa il futuro del Compa. In dicembre la struttura organizzativa del Compa aveva diffuso, attraverso pubblicità  sulla carta stampata, la notizia del cambiamento di sede del salone, suscitando malumori da parte dell’Associazione della comunicazione pubblica e del suo presidente Gerardo Mombelli, contrari a lasciare Bologna Fiere, tanto che hanno deciso di non partecipare alla conferenza di presentazione dell’edizione 2008 organizzata a Milano da Conference Service. Il consiglio nazionale dell’associazione ha deciso comunque di assicurare il proprio sostegno al programma scientifico di Compa 2008, che avrà  come titolo ‘Comunicare nella pubblica amministrazione che cambia’.
La scelta di abbandonare Bologna per Milano, ha spiegato il presidente di Conference Service Nino Leanza, è stata dettata dall’esigenza di far crescere la rassegna, dandole un respiro più europeo e internazionale.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale