Quotidiani – Corriere fiorentino. Farà  bene a tutti

Da ‘Prima comunicazione’, numero 381, Febbraio 2008


Come viene accolto il Corriere Fiorentino, dorso locale del Corriere della Sera in edicola da oggi? Politici, uomini di cultura, imprenditori fiorentini valutano l’iniziativa.
“E’ un segno di attenzione per una città  che nel grande giro della comunicazione sembrava emarginata”, dice a Prima Valdo Spini, deputato di lungo corso eletto (per l’ottava volta consecutiva) nel 2006 nella lista L’Ulivo. “Spero che il Corriere Fiorentino riesca a far emergere quelle energie politiche, culturali, sociali, economiche che pure ci sono ma restano latenti”.
“Mi auguro che il nuovo quotidiano non si leghi a nessuno, se non agli interessi reali di Firenze. È una questione nodale per questa città , alla quale le amministrazioni comunale, provinciale e regionale – che o non amano Firenze o sono davvero incapaci – non sembrano in grado di dare risposte”, commenta Mario Razzanelli, imprenditore e consigliere comunale dell’Udc protagonista della campagna antitramvia sulla quale si è tenuto domenica scorsa il referendum.
“C’è una Firenze sommersa, mi auguro che qualche cambiamento nel mondo dell’informazione cittadina la faccia emergere”, dichiara Ornella De Zordo, docente universitaria e consigliere comunale a Firenze per la lista Unaltracittà /unaltromondo.
“Sono spesso in Alto Adige e lassù leggo l’edizione locale del Corriere della Sera, che trovo ben fatta, molto attenta alle cose della cultura e capace di rimanere indipendente in un luogo dove la casta è potentissima. E a Firenze la vera casta è il vecchio Partito comunista, che occupa presidenze e posti nei Cda”, spiega l’editore Federico Codignola.
“Bene che i media dedichino tanta attenzione al territorio, non solo per la funzione essenziale di cronaca, ma anche come approfondimento delle grandi questioni”, dice Pierluigi Berdondini, responsabile relazioni esterne di Fondiaria-Sai, gruppo assicurativo radicatissimo in città .
“Questa città  sta male e si è progressivamente impoverita dal punto di vista culturale. La novità  Corriere della Sera mi entusiasma, spero in un suo contributo forte alla dialettica culturale e politica”, dichiara a Prima Luca Saldarelli, già  presidente della Camera penale fiorentina ed ex candidato sindaco.
“Confido in un giornale super partes, in una città  che è sì invecchiata, ma in cui le questioni aperte e le iniziative da raccontare sono davvero tante, purtroppo spesso snobbate dalla stampa”, commenta il senatore di Alleanza nazionale Achille Totaro.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale