Istituzioni – Lombardia. Ehi, Rai! Da questa parte

Da ‘Prima comunicazione’, numero 380, Gennaio 2008


Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, spiega il suo progetto di legge di ‘sistema’ su televisione, multimedialità  e telecomunicazioni che, tra l’altro, prevede un contratto di servizio da stipulare fra Regione, Rai e operatori radiotelevisivi privati e il collegamento a Internet a banda larga in tutto il territorio.
“E’ arrivato il momento di affiancare al rapporto Stato-Rai il rapporto Regione-Rai. La Lombardia rappresenta 10 milioni di abitanti di cui 3 milioni e mezzo di abbonati che pagano il canone. All’azienda del servizio pubblico chiediamo: cosa ci dai in cambio?”, dice Formigoni nell’intervista a Prima.
“La Rai deve portare a Milano programmi e una rete. Bisogna volerlo veramente. Ci vuole un cambio di mentalità . La Rai si è totalmente romanizzata. Ci vuole uno strappo. Non si può pensare a Roma e poi fare a Milano: si deve tornare a pensare a Milano”, dichiara il governatore della Lombardia.
“Questo è un progetto di legge che punta ad ampliare la sfera dei diritti dei cittadini. Ad esempio affrontando, per la prima volta, anche il tema del digital divide. Vogliamo che la banda larga arrivi ovunque”, prosegue Formigoni. “L’obiettivo della Regione è ‘fare sistema’ con il mondo degli operatori. Un primo livello di intervento sul digital divide è il supporto con strumenti di tipo legislativo. Sulla banda larga abbiamo istituito un tavolo al quale partecipano gli operatori. Già  ora la connessione veloce è arrivata quasi ovunque. Se poi la situazione lo richiederà  ci potranno essere anche finanziamenti pubblici”.
Il progetto di legge sul sistema di comunicazione della Lombardia è su Primaonline.it/Documenti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale