Televisione – Mediaset/Sky. Chi l’avrebbe mai detto di Mediaset partner della fiction di Sky?

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 376, Settembre 2007, di ‘Prima Comunicazione’


Chi l’avrebbe mai detto che proprio Mediaset sarebbe diventato partner della fiction di Sky? Ma come si dice ‘business is business’ e gli acerrimi concorrenti hanno trovato un accordo conveniente per entrambi.
L’accordo riguarda le due serie annunciate da Sky: ‘Quo vadis’ e ‘Romanzo criminale’. La prima, una detection giovanile e anticonformista derivata dal film con lo stesso titolo di Gabriele Salvatores, è prodotta da Maurizio Totti. Spin off del film omonimo di Michele Placido sulla banda della Magliana, la seconda fa capo alla Cattleya di Riccardo Tozzi e Gianni Stabilini, Sky le aveva in cantiere da un bel pezzo, ma per farle partire cercava dei coproduttori che, per ovvie ragioni, non possono che essere o Rai o Mediaset.
Le due serie sono tarate sugli spettatori più inquieti e giovani di Sky che hanno caratteristiche molto simili al pubblico di Italia 1, dunque non  adatte alle reti Rai più anzianotte e tradizionali. Tra l’altro Totti, prima di bussare alla porta di Sky, aveva portato ‘Quo vadis’ a Mediaset. Il progetto era piaciuto ma era stato valutato non adatto al pubblico familiare di Canale 5, e troppo costoso per Italia 1 che, avendo budget contenuti, non può permettersi la fiction.
Con l’accordo che si sta perfezionando la potestà  editoriale e la prima visione sono prerogativa di Sky, capofila dell’operazione, mentre Italia 1 potrà  contare su dodici serate di prodotto italiano in linea con le sue esigenze editoriali e a prezzi compatibili (Mediaset partecipa a meno della metà  del budget delle due serie).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale