Radio – Dmb. Parte la corsa al digitale

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 375, Luglio/Agosto 2007, di ‘Prima Comunicazione’


A settembre prende il via la radio digitale. Roma è la prima città  dove si potranno ricevere tutte le stazioni. Seguirà  a breve distanza Milano ed entro Natale almeno metà  della popolazione italiana sarà  coperta dal servizio.
Una serie di incontri tra i broadcaster e i consorzi che li rappresentano – Club Dab, sostenuto dall’Rna, l’associazione delle principali radio nazionali, EuroDab, che rappresenta Rtl 102.5, Radio Vaticana e Radio Padania, Cr Dab, espressione della Frt, Federazione radio televisioni – hanno individuato nello standard Dmb (un’applicazione del Dab sviluppata dall’industria coreana e già  adottata in Germania, Francia e Inghilterra) il futuro della radio.
Il carico da novanta lo ha messo sul piatto RaiWay accettando, dopo mesi di sperimentazione, il Dmb come tecnologia adatta sia per la radio digitale sia per la mobile tivù. Le performance di questo standard (ogni blocco di frequenze può contenere una ventina di canali audio e un paio video di ottima qualità ) e i bassi costi necessari per mettere in piedi una rete nazionale hanno convinto la società  che gestisce le infrastrutture della Rai a cambiare strategia abbandonando il sistema Dvb-h, lo stesso utilizzato da Tre Italia e Mediaset per la mobile tivù. Per Viale Mazzini adottare lo standard Dmb significa scommettere su una tecnologia che, oltre alla radio digitale, permette di entrare nel mercato della televisione in mobilità  liberandosi dalla dipendenza dagli operatori telefonici (da cui con il Dvb-h occorre passare per forza) e puntare su trasmissioni ‘free to air’, cioè con programmi ricevibili da chiunque in modo gratuito e su modelli di business legati alla vendita pubblicitaria.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale