Personaggi – Esterino Montino. Membro della commissione vigilanza della Rai

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 375, Luglio/Agosto 2007, di ‘Prima Comunicazione’


Che il compito sia arduo non lo nega, ma a dispetto del pessimismo generale lui si dice certo che la legge di riforma della Rai ha buone possibilità  di andare in porto: una sicurezza che stride con i numeri risicati di cui la maggioranza dispone al Senato, ma Esterino Montino – ds e relatore del disegno di legge presentato dal governo – più che sui rapporti di forza confida sul confronto con alcuni esponenti dell’opposizione. “Tutti si dicono convinti della necessità  di separare la Rai dalla politica”, afferma. “E noi siamo disponibili ad apportare i correttivi necessari perché sulla legge si arrivi a un accordo”, aggiunge conciliante.
Se il suo ottimismo avrà  ragione lo si capirà  solo al momento dell’esame dell’aula: il calendario che la commissione Lavori pubblici del Senato si è data fissa l’appuntamento entro la fine di luglio. Ma il cammino è periglioso. In commissione il centrosinistra è maggioranza solo per un voto: quello del rappresentante del gruppo misto, cioè il senatore a vita Francesco Cossiga che per risolvere il problema dell’assetto televisivo propone addirittura la nazionalizzazione del servizio e la sua organizzazione su base pubblica o associativa. “Una vera provocazione”, la definisce sorridendo Montino, che ben conosce i guizzi dell’ex presidente della Repubblica, ma non se ne preoccupa.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale