Manager – Massimo Veneziano Broccia. Direttore comunicazione licenze di Roberto Cavalli

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 374, Giugno 2007, di ‘Prima Comunicazione’


Non c’è niente da fare: la stampa rimane il mezzo principe per la moda, è la convinzione del giovane manager scelto da Roberto Cavalli per la comunicazione dei suoi marchi. È innamorato della stampa, capisce che Internet è importante ma un po’ lo snobba, ha un’idea molto tosta del suo lavoro e in meno di sei anni si è costruito, partendo da zero, una carriera che lo colloca in quel gruppo di giovani comunicatori determinati a svecchiare regole e riti delle pubbliche relazioni nel campo della moda. “Oggi la comunicazione nelle aziende della moda è strategica esattamente come il marketing e lo stile. E io vivo il ruolo di direttore della comunicazione come un lavoro manageriale”, dice Massimo Veneziano Broccia, dal 2 maggio direttore comunicazione Licenze (Italia e mondo) di Roberto Cavalli.
 “Da alcuni questo mestiere è ancora visto come l’occasione per trasferire informazioni in modo conviviale”, ragiona. “Ma non è più così: le aziende hanno bisogno di comunicatori che sappiano comprendere la filosofia del marchio; capire qual è il target del consumatore a cui è diretto e quali sono i media più adeguati per veicolare quella filosofia verso quel target; individuare le occasioni di comunicazioni più efficaci per garantire la massima visibilità  al marchio. E fare tutto questo con i costi più bassi possibile”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale