Comunicazione e pubblicità  – Poste italiane. Cambia la comunicazione

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 374, Giugno 2007, di ‘Prima Comunicazione’


Poste Italiane è una grande piattaforma di servizi e logistica ma sconta vecchi pregiudizi. Maria Elena Caporaletti – a capo della direzione Communication and public affairs di Poste Italiane – lo dichiara subito: “Il nostro obiettivo è posizionare Poste Italiane per quel che è: una azienda pubblica – anche se spa – tra le più grandi del nostro Paese, con un ottimo fatturato, capillare sul territorio ma che per retaggio storico non viene pienamente percepita nella sua dimensione reale”.
L’idea infatti che le Poste siano un carrozzone lento e sovradimensionato è dura a morire, anche se nell’ultimo decennio chiunque può constatarne il notevole cambiamento strutturale che fa sì che la speranza di vedere arrivare a destinazione e in tempi rapidi una lettera sia ormai reale.
Poste Italiane – 150mila dipendenti, 14mila uffici postali, 60mila addetti allo sportello, 23 milioni di invii postali ogni giorno – è guidata dal presidente Vittorio Mincato, dal vice presidente esecutivo Nunzio Guglielmino e dal chief executive officer and managing director Massimo Sarmi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale