- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

Quotidiani – Unità . Non si fonde con Europa

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 373, Maggio 2007, di ‘Prima Comunicazione’


Per il momento niente fusione tra L’Unità  e Europa: nonostante i congressi di Ds e Margherita abbiano dato il via libera alla nascita del Partito democratico, i rispettivi giornali di partito rimarranno ancora distinti. “Almeno fino alla fine della legislatura”, conferma Roberto Cuillo, responsabile informazione dei Ds, rinviando ogni decisione al 2011. Quando cioè sia i rimborsi elettorali sia i fondi per l’editoria saranno erogati non più a Quercia e Margherita, ma al nuovo partito con cui le due formazioni politiche si presenteranno alle elezioni. A quel punto si dovrà  obbligatoriamente decidere a chi destinare il contributo riservato alla stampa: all’Unità  o a Europa o, cosa più probabile, a un nuovo giornale, tutto ancora da inventare: magari proprio a quell’Unitopa, come qualcuno andava ironizzando nei giorni dei due congressi ipotizzando la fusione delle due redazioni.
Un’ipotesi, comunque, tutt’altro che peregrina: “Non c’è dubbio che così come sono i due giornali non possono diventare l’organo del Pd”, si lascia andare Fabrizio Morri, già  responsabile informazione Ds e deputato della Quercia. Anche se, come afferma Cuillo, “prima di chiudere un giornale come L’Unità  ci penseremo due volte”. Per quanto in calo, il quotidiano diretto da Antonio Padellaro vende infatti più o meno 50 mila copie (nei giorni del congresso e dello sciopero di Repubblica l’incremento in edicola è stato di circa 20mila copie), segno che la testata ha pur sempre un suo appeal, mentre Europa, il giornale diretto da Stefano Menichini, tocca a malapena qualche migliaio di copie. “Però suscita molto dibattito”, sottolinea Andrea Papini, deputato prodiano e membro del Cda del quotidiano della Margherita. Al di là  del differente peso specifico, Europa rivendica infatti il primato del giornale più filo Pd.