Televisione – Babelgum. La nuova tivù online di Scaglia

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 373, Maggio 2007, di ‘Prima Comunicazione’


Presentata in grande stile a Cannes la nuova televisione a larga banda
Al MipTv di Cannes, l’appuntamento internazionale dei broadcaster e dei produttori di contenuti per la tivù tenutosi lo scorso aprile, Silvio Scaglia ha fatto faville, anzi fuochi d’artificio. Per attirare l’attenzione sulla sua Babelgum, il fondatore di Fastweb – pochi giorni fa è uscito dalla società , cedendo il suo 18,7% alla Swisscom – non ha lesinato né mezzi né idee, costruendo intorno al debutto della nuova televisione via Internet una serie di appuntamenti e un evento, guest star Spike Lee.
Un bello stand, pubblicità  su tutti i giornali di settore, la partecipazione come ‘intervenant phare’ alla conferenza sul futuro della televisione on demand e della distribuzione di contenuti multipiattaforma, un lunch per i produttori. E poi una cena all’hotel Carlton, in una grande sala illuminata di verde (il colore aziendale di Babelgum), ospite d’onore l’attore e regista Spike Lee, di cui è stato proiettato il cortometraggio  ‘Jesus Children of America’, la storia di una bambina di Brooklyn malata di Aids. E dopo la cena, il gran finale con i fuochi di artificio sulla spiaggia di fronte al Carlton.
Il messaggio lanciato ai produttori da Scaglia e da Erik Lumer, cofondatore di Babelgum, era chiaro: venite sulla nostra piattaforma, dateci i vostri contenuti per arricchirla e renderla interessante per il pubblico e per gli investitori pubblicitari.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale