Manager – Carlo d’Asaro Biondo. Direttore generale internazionale di Lagardére Active Media

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 373, Maggio 2007, di ‘Prima Comunicazione’


Un italiano per il business internazionale di Lagardère Active Media
Lo scorso marzo è entrato in Lagardère Active Media (Lam) come direttore generale internazionale (l’incarico era stato ufficializzato il 14 dicembre 2006); il 20 aprile è stato nominato presidente di Hachette Rusconi: in poco più di un mese Carlo D’Asaro Biondo è diventato uno dei manager italiani più importanti sulla scena del nuovo business che unisce editoria e nuove tecnologie. D’Asaro Biondo, infatti, fa parte della nuovissima squadra di manager che Arnaud Lagardère, presidente di Lagardère Active Media, e il ceo Didier Quillot hanno messo in piedi per dare impulso al nuovo polo (stampa, radio, tivù e digitale) nato dalla fusione tra Hachette Filipacchi Medias e Lagardère Active.
D’Asaro Biondo ha un profilo professionale che sembra costruito apposta per il suo nuovo incarico perché riunisce esperienze fatte nel mondo della consulenza aziendale per gli anni passati in Kpmg e poi in importanti gruppi internazionali sul fronte delle telecomunicazioni e media Internet come Unisys e Aol Time Warner.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale