Personaggi – Michele Meta. Presidente della Commissione trasporti e tlc della Camera

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 373, Maggio 2007, di ‘Prima Comunicazione’


“Se il disegno di legge sul sistema radiotelevisivo non sarà  approvato rischiamo uno tsunami elettorale”, ha ammonito dalle colonne del Corriere della Sera il ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni. Se voleva essere un rimprovero per la lentezza con cui in questi mesi il ddl è stato esaminato in commissione a Montecitorio, Michele Meta – presidente diessino della commissione Trasporti e telecomunicazioni che, assieme alla commissione Cultura presieduta da Pietro Folena (Rifondazione comunista), ha in carico la legge – lo respinge al mittente: “Su un simile provvedimento la decisione spetta ai leader di governo e di partito”, replica deciso.
Eppure una spiegazione ci deve essere se la cosiddetta legge Gentiloni ha marciato finora come una lumaca: “Basta chiederlo ai capigruppo: perché non la hanno calendarizzata in aula?”, ribatte Meta. A sentire quello che gli uomini di Folena vanno da settimane dicendo in giro, la responsabilità  sarebbe soprattutto dei Ds. “Il vero partito Mediaset”, è la battuta velenosa che circola, e che Meta liquida così: “Una barzelletta”. Peccato che nei giorni dell’avvio del dibattito parlamentare sotto accusa fosse invece Folena, considerato troppo prono alle richieste dilatorie dell’opposizione. Storia quasi da fratelli coltelli. Anche se in questo caso sarebbe meglio dire da ex fratelli: Meta del Pci-Pds-Ds è sempre stato un funzionario locale, seppure della federazione romana; mentre Folena – prima di traghettare in Rifondazione comunista – dei Ds era un dirigente nazionale.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale