Quotidiani – Stampa. L’offensiva di primavera

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 371, Marzo 2007, di ‘Prima Comunicazione’


Ordine di servizio chilometrico che sposta e riassesta ventiquattro posizioni della Stampa: la revisione grafica lanciata a novembre sta dando buoni frutti al quotidiano torinese. Ma Anselmi punta ora a contenere Torino Cronaca che in città  continua a guadagnare copie a spese della Stampa. Una bella stretta ai bulloni del giornale, con un ordine di servizio chilometrico (vedi box) che sposta e riassesta ben ventiquattro posizioni, cambiando vertici alla redazione romana, alla cultura, agli esteri, in cronaca e allo sport, potenziando Internet e la redazione economia e ridimensionando, di fatto, il ruolo del vice direttore Massimo Gramellini; una lavata di capo alla cronaca per la storiaccia (gonfiata e, per alcuni aspetti, falsa) di un aborto imposto a una tredicenne e, infine, la strategia di contenimento di un concorrente fastidioso come Torino Cronaca, che strillando titoli di nera a venti centesimi arriva a minacciare il primato cittadino di vendita.
Alla Stampa il direttore Giulio Anselmi lancia la doppia controffensiva di primavera, interna ed esterna. Il nuovo formato del giornale, con annesso restyling grafico, lanciato a novembre ha dato buoni frutti. La diffusione porta il segno più in Piemonte, in Liguria e in Valle d’Aosta: complessivamente il quotidiano torinese guadagna copie anche rispetto ai primi mesi del 2006, quando c’erano le Olimpiadi a tenere alto il venduto.
La nuova Stampa si è assestata su una diffusione stabilmente sopra le 300mila copie. Ma c’è una spina che duole, ed è Torino. In città  il calo delle copie continua.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale