Periodici – Famiglia cristiana.Baruffa in famiglia

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 371, Marzo 2007, di ‘Prima Comunicazione’


Parlando della crisi che ha colpito Famiglia Cristiana, il periodico leader degli editori della San Paolo, bisogna prima di tutto uscire da un equivoco: non è certo colpa della mordacchia – scrivete questo
e lasciate perdere quello – imposta ora dal nuovo rampante segretario di Stato, Tarcisio Bertone, se le copie e le quote di mercato di questa illustre testata sono andate a sbilenco. Eh no, c’è dell’altro.
Primo, perché è una crisi – un meno 12% di venduto ogni anno – che continua da un pezzo. Secondo, perché è uno scivolone che trova riscontri in tutti i media, tivù comprese, gestiti in prima persona da editori con la tonaca costretti ormai a fare i conti con quel processo di crescente distacco di gran parte dei cattolici di ogni ceto sociale – e il segnale da codice rosso è l’assenza di fedeli anche alle messe della domenica – da quel tipo di informazione che una volta, per i battezzati, veniva considerata più ortodossa. Bel rebus quindi per i Paolini cucinare oggi un tipo di prodotto che possa restituire a Famiglia Cristiana il grande appeal che aveva, ad esempio, negli anni Ottanta, quando il muro di Berlino e la guerra fredda consentivano alla Dc e al mondo cattolico di dettar legge, sia pure con diverse sfumature, sui temi della politica e della morale. Così, dopo anni di incubazione e di vendite quasi in picchiata, sono cominciate anche dentro questa testata vistose turbolenze. Mentre, infatti, c’è un management della Congregazione San Paolo, composta da tutti don qualcosa, che tenta e non senza affanno di ristrutturarsi, cercando sia di fare tornare i conti sia di carburare nuove idee di prodotto, la redazione laica si è messa a scalpitare di brutto approvando all’unanimità  in assemblea un libro bianco di 25 pagine che è un vero e proprio j’accuse (“gestione troppo ondivaga e, di fatto, ancora inconcludente per quanto riguarda i piani di rilancio”) nei confronti dell’editore.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale