Case Editrici – Condé Nast. Avanti tutta!

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 371, Marzo 2007, di ‘Prima Comunicazione’


È la più massiccia campagna acquisti mai fatta da quando, nell’ottobre 1991, è arrivato alla guida della Condé Nast quella che Giampaolo Grandi sta portando avanti da alcuni mesi: lo scorso ottobre Massimo Crotti, direttore generale di Condenet; a gennaio Laura Penitenti, direttore sviluppo business; a marzo Valeria Corbetta, direttore sviluppo editoriale, e Stefano Maruzzi, presidente di Condenet International, la web company che gestisce le attività  su Internet nei 12 Paesi in cui Condé Nast è presente al di fuori degli Stati Uniti. In realtà  Maruzzi non è un manager di Condé Nast Italia, anche se la sua sede (nei pochi giorni in cui non è in giro per il mondo) è a Milano. Ma si può essere certi che il ruolo di Grandi sia stato fondamentale nel proporre il suo nome a Jonathan Newhouse, il chairman di Condé Nast International, e nella trattativa aperta a fine gennaio per strapparlo a Microsoft.
Sommando queste ultime mosse del presidente e amministratore delegato di Condé Nast Italia ad alcune sue decisioni precedenti – la scelta di un giovane direttore come Michele Lupi per riposizionare il maschile Gq, ma ancora prima la scommessa, vinta, di Vanity Fair, primo settimanale della casa editrice – appare chiaro che il suo è un disegno a lungo termine che intende assicurare a Condé Nast nel nostro Paese un ruolo sempre più di primo piano, attraverso uno sviluppo omogeneo e coerente tanto sul tradizionale terreno dei periodici quanto nei nuovi territori del web.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale