Società  – Mps. La comunicazione si riorganizza

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 371, Marzo 2007, di ‘Prima Comunicazione’


Con la regia del premio Oscar Giuseppe Tornatore e la musica di Paolo Conte, Banca Monte dei Paschi torna dopo due anni in televisione presentandosi come rappresentante autorevole, forte dei suoi 535 anni di storia, del made in Italy. Tre spot da 30 secondi in onda dal 4 marzo sulle reti nazionali e su un circuito di emittenti locali e regionali e uno di un minuto che si potrà  vedere da aprile sugli schermi cinematografici, la campagna – curata dall’agenzia CatoniAssociati e pianificata da Carat Italia – è costata, produzione compresa, 15 milioni, “in linea con quanto speso nel 2005″, spiega David Rossi, responsabile della comunicazione di Banca Mps.
Approdato alla Banca Mps nel maggio 2006, subito dopo l’arrivo alla presidenza di Giuseppe Mussari (con il quale aveva collaborato alla Fondazione Mps), Rossi ha riorganizzato la sua struttura: “L’obiettivo”, spiega, “è utilizzare in maniera efficiente tutti i canali disponibili e sviluppare la comunicazione interna”.
Patrizia Sega è diventata responsabile delle sponsorizzazioni, un settore in precedenza dipendente dalla segreteria generale, che ora rientra nell’area comunicazione. Invece, Maurizio Scibilia è responsabile della pubblicità , oltre che della comunicazione interna, di Internet e new media e della corporate social responsibility.
Rossi, che si è tenuto la responsabilità  delle relazioni con i media, ha deciso di puntare su Internet.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale