Televisione – Rai. Lucia Annunziata, la presidente co.co.co

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 370, Febbraio 2007, di ‘Prima Comunicazione’


Accusata dal senatore di An Francesco Storace di aver stipulato con la Rai un contratto segreto e di aver riscosso dopo le dimissioni un milione di euro, Lucia Annunziata, presidente della Rai dal 18 marzo 2003 al 5 maggio 2004, rende pubblici i documenti sul suo contratto sul numero di Prima Comunicazione in edicola da domani 17 febbraio.
“Il chiarimento definitivo in merito può solo avvenire in sedi istituzionali: dal Tribunale, davanti al quale ho in corso da due anni un procedimento contro Veneziani, e dal ministero del Tesoro che dovrà  rispondere alla interrogazione presentata dal senatore Francesco Storace”, scrive Annunziata sul numero di Prima in edicola da domani 17 febbraio. “Tuttavia, visto che queste insinuazioni colpiscono la mia dignità  professionale e sminuiscono il significato delle dimissioni con cui nel maggio del 2004 ho lasciato la presidenza Rai, ho deciso di rendere pubblici tutti i documenti che riguardano il contratto. Li accompagno, per buona prova, con le mie ultime buste paga. Così ognuno potrà  farsi una idea di come stanno le cose. Li invio a voi perché attraverso la vostra rivista parlate ai miei colleghi giornalisti, la cui opinione è per me fondamentale”.
Al momento delle dimissioni di Annunziata mancano dieci mesi e mezzo alla fine del contratto, per cui in caso di dimissioni ‘motivate’ le spetterebbe un risarcimento economico di circa 250mila euro lordi. Ma i documenti e le buste paga pubblicati da Prima – DISPONIBILI NEI DOCUMENTI DI PRIMAONLINE.IT – mettono in evidenza che questa somma l’ex presidente della Rai non l’ha mai ricevuta.
La querelle infatti è ancora aperta: le dimissioni sono state oppure no ‘motivate’? A rispondere in maniera inequivocabile è uno dei documenti pubblicati da Prima, paradossalmente quello del consulente di parte di Rai Holding. Nella sua relazione lo studio legale Pessi e Associati ripercorre la tormentata storia degli ultimi tre mesi della presidenza, e conclude: “Alla luce di tali considerazioni e in virtù dei fatti riportati, si può ritenere che gli eventi verificatisi negli ultimi tre mesi di presidenza della dottoressa Annunziata consentono di affermare che quest’ultima può rassegnare ‘motivate’ dimissioni”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale