Comunicazione e pubblicità  – Citroà«n. Le buone azioni

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 370, Febbraio 2007, di ‘Prima Comunicazione’


Di solito il marketing usa linguaggi e contenuti easy, è più facile conquistare il mondo facendo i piacioni. Di solito accade così, poi ci sono le eccezioni. Ad esempio Citroà«n che ha scelto di affrontare anche temi pesanti e di andare decisamente sul serio. L’ultimo capitolo di questa storia è la pubblicazione del libro di Luigi Cucchi, vice direttore del Giornale che con ‘Vincere la malattia’ ha fatto il punto sulla lotta al cancro, intervistando i genetisti più impegnati sul fronte della ricerca (Cucchi l’anno scorso aveva scritto, sempre per Citroà«n, un libro sulle malattie cardiovascolari).
Perché una azienda automobilistica si occupa di argomenti così poco glamour? “Citroà«n Italia si occupa del cosiddetto ‘sociale’ da molti anni e in più direzioni. Le attività  a fianco, o a favore di associazioni ed enti si inquadrano in un’ottica di etica e di responsabilità  sociale che il nostro gruppo Psa-Peugeot Citroà«n”, spiega Walter Brugnotti, responsabile delle relazioni pubbliche e ufficio stampa in Italia, “ha da tempo definito in un vero e proprio ‘codice’. Un codice che ovviamente ha il suo cuore, e non potrebbe essere diversamente per un costruttore, nel rispetto dell’ambiente: sia dal punto di vista del prodotto in sé, l’automobile, sia da quello dei metodi e dei siti di produzione, sia, infine, da quello del riciclaggio del prodotto giunto alla fine del suo ciclo di vita.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale