Internet – Google. La pubblicità  sulle radio e le tivù della Cbs

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 370, Febbraio 2007, di ‘Prima Comunicazione’


Nessuna conferma ancora, ma a far trapelare la notizia è stata una fonte autorevole, la banca d’affari Merryll Linch. Google e la Cbs starebbero discutendo i termini di un accordo volto a portare la pubblicità  del motore di ricerca sui canali radiofonici e sulle tivù locali dell’emittente statunitense. Google offrirebbe alla Cbs ricavi garantiti in cambio della concessione a Google Video della licenza dei suoi contenuti e la cessione della propria offerta radiofonica a Google Audio, il servizio, ancora in fase sperimentale, di pubblicità  audio della Internet company statunitense.
Secondo gli analisti di Merrill Lynch, i ricavi, se il contratto includesse anche solo il 10% dello spazio pubblicitario di Cbs Radio, superebbero i 200 milioni di dollari. Ma è sicuramente il pacchetto di pubblicità  televisiva locale il pezzo forte del negoziato e il primo vero segnale di come il motore di ricerca intenda procedere per entrare nel business da 60 miliardi di dollari del mercato televisivo americano.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale