Televisione – Magnolia. Nel giardino De Agostini

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 369, Gennaio 2007, di ‘Prima Comunicazione’

Negli ultimi anni la De Agostini ha ampliato e diversificato le sue attività  acquisendo la casa editrice Utet, le assicurazioni Toro, la tivù spagnola Antena 3, la casa di produzione cinematografica Mikado Film e le società  di giochi e lotterie Lottomatica e GTech. Qualche giorno fa il gruppo presieduto da Marco Drago e guidato dall’amministratore delegato Lorenzo Pellicioli ha messo a segno un’altra importante acquisizione: quella della casa di produzione televisiva Magnolia.
L’operazione, il cui costo si aggira sui 90 milioni di euro, prevede l’aquisto del 53,5% di Magnolia da parte di De Agostini Comunicazione, società  controllata al 100% da De Agostini spa, la holding del gruppo. Il rimanente 46,5% resterà  in possesso dei vecchi soci: Giogio Gori, il fondatore della società , che avrà  circa il 25% del capitale, Ilaria Dallatana, Francesca Canetta e altri; Marco Benatti, che deteneva il 5% tramite Blu Below, ha preferito invece cedere tutta la sua quota alla De Agostini. Gori continuerà  a ricoprire la carica di amministratore delegato, mentre presidente verrà  nominato Lorenzo Pellicioli. Infine nel Cda entreranno quattro nuovi consiglieri, designati dalla De Agostini: Pietro Boroli, Paolo Ceretti, Stefano Bella e Marco Sala.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale