Case editrici – Mondadori. Che anno, ragazzi!

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 369, Gennaio 2007, di ‘Prima Comunicazione’


Il 2007 sarà  l’anno in cui la Mondadori comincerà  a far sentire la sua presenza sul mercato francese dei periodici, ma in omaggio a quella visione unitaria del gruppo subito dichiarata come indispensabile e
vitale per lo sviluppo dal direttore generale dei periodici, Nini Briglia, sarà  anche in Italia un anno non meno impegnativo e denso d’iniziative. A Parigi la riorganizzazione della controllata Mondadori France è cominciata con la chiusura dei mensili Max e 20 ans e l’uscita di 160 dipendenti che hanno invocato la clausola di coscienza; al lavoro ci sono già  il direttore finanziario Andrea Goretti (proveniente da Fininvest) e Giacomo Moletto come principale manager di Segrate in terra francese; ed è ben avviato il progetto per il lancio del settimanale femminile Grazia che uscirà  forse prima dell’estate.
Contemporaneamente in Italia nei primi giorni dell’anno sono state annunciate parecchie novità . E non sono iniziative di poco conto: un riassetto organizzativo della divisione periodici ora guidata da Gianni Vallardi; l’arrivo di Giuseppe Orlando come vice direttore generale commerciale e operations; l’acquisto delle Messaggerie Musicali e il rafforzamento nel campo della distribuzione con una nuova società  dedicata, Press-Di; l’inizio dell’attività  di una nuova struttura, Officina Mondadori, guidata da Ercole Giammarco, che realizzerà  iniziative nel campo delle nuove forme di comunicazione pubblicitaria.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale