Istituzioni – Regione Toscana. Intervista al presidente Martini

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 367, Novembre 2006, di ‘Prima Comunicazione’


“La Toscana è il luogo in cui la creatività  è stata di casa per secoli, ma oggi tutte le nostre certezze sono messe in discussione da una globalizzazione che non guarda in faccia nessuno. Allora bisogna reagire, e comiciamo a farlo con il Festival della creatività , una grande kermesse che si terrà  dal 30 novembre al 3 dicembre a Firenze alla Fortezza da Basso”, dice il presidente della Regione Toscana, Claudio Martini.
“Qui si sta bene, si vive bene, c’è un buon livello qualitativo, il reddito è medio alto, non ci sono particolari sacche di emarginazione o povertà , Insomma, ci sono molti segnali che parlano di un adagiarsi sul benessere”, spiega Martini. “Il primo atto creativo che ci viene chiesto è di ripensare, adattare e aggiornare la comunità , resettare lo spirito della comunità . Queste sono le due premesse: l’industria e la società . Abbiamo tante belle carte da giocare ma ci stiamo un po’ baloccando, riprendiamo tutto quello che abbiamo e reinvestiamo in un nuovo Rinascimento”.
“Anche sul turismo dovremo essere creativi. Si oscilla molto, in Toscana, tra la lamentazione perché il turismo sta diminuendo e la lamentazione perché i turisti sono troppi. Bisogna decidere una volta per tutte quello che noi vogliamo, ci vuole equilibrio”, continua il presidente della Regione Toscana. “Qui due sono le virtuosità : una è che il governo metta in agenda al terzo posto, e non al 33°, il turismo e ci costruisca una politica vera. L’altra è la virtuosità  degli operatori che devono capire che non si vive di sola rendita, e che non va bene se, in tre mesi, fai il gruzzolo e, gli altri nove, ti riposi perché così è solo rapina”.
“Fondamentale sarà  aprirsi alle esperienze che vengono da tutto il mondo perché, secondo me, la creatività  non trova il miglior bacino in una comunità  stagnante, chiusa in sé, ma è il frutto anche della contaminazione, del contagio”, sostiene Martini. “Il Festival della creatività  – a cui parteciperanno scienziati, industriali, cantanti, geografi, sociologi, critici d’arte, inventori, creativi, con nomi come Dario Fo, Oliviero Toscani, Alessandro Mendini, Aldo Colonetti, Vincenzo Cerami, Derrick De Kerckhove, Gennaro De Michele, Mario Perniola, Ugo Di Tullio – è il primo passo in questa direzione”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale