Sindacati e associazioni – Rsf. Libertà  di stampa sempre più a rischio

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 367, Novembre 2006, di ‘Prima Comunicazione’


Un giornalismo internazionale spesso imbavagliato e una libertà  di stampa sempre più ridotta in tutto il mondo, anche nelle democrazie occidentali. È quanto emerge dal rapporto mondiale 2006 sulla libertà  di stampa appena pubblicato da Rsf-Reporters Sans Frontières (vedi documento su Primaonline.it).
Sono 168 i Paesi in cui è stato possibile reperire i dati necessari per la ricerca. Ad aggiudicarsi il triste primato del Paese più pericoloso, in cui i giornalisti rischiano di essere imprigionati o addirittura uccisi, è la Corea del Nord, seguita da Eritrea, Turkmenistan, Cuba, Birmania (Myanmar) e Cina. Ma tra gli ultimi in classifica si ritrovano anche Iran, Siria, Sri Lanka, Nepal, Arabia Saudita e Libano, dove è la guerra  a “sotterrare la libertà  di espressione”, come si legge nel rapporto.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale