Televisione – Backstage. Marrazzo

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 366, Ottobre 2006, di ‘Prima Comunicazione’


La Festa del cinema a ottobre, il Festival internazionale della fiction a giugno 2007. Roma, sotto la spinta del Comune e della Regione, vuole conquistarsi il ruolo di capitale italiana dell’audiovisivo. Il presidente del Lazio Marrazzo ha sposato il modello veltroniano dell’investimento sulla cultura spostando però il baricentro dal cinema alla fiction. È infatti convinto che la ricchezza che produce una produzione televisiva in termini industriali e di marketing territoriale sia maggiore. Quindi ha fatto nascere la Film commission che ha preso il via in questi giorni e che punterà  prevalentemente a riportare nel Lazio i progetti televisivi che si stanno dirigendo verso altre regioni. Come anticipato da Prima, la nuova Film commission ha al timone Giuseppe Cereda, dirigente Rai con grande esperienza nel cinema e nella tivù, e Andrea Rocco, ex responsabile della Film commission di Genova, nel ruolo di direttore generale. Marrazzo ha anche accelerato i tempi sull’inedito Festival internazionale della fiction che dovrebbe essere il coronamento di una politica mirata a rilanciare il Lazio come il polo europeo dell’audiovisivo. Il progetto sta marciando, ma c’è ancora tanto da fare. Innanzitutto è stata rafforzata la cabina di regia. Ai promotori, Francesco Gesualdi, segretario generale della Regione (ed ex direttore generale di Cinecittà  Holding), e i produttori Carlo Bixio e Filippo De Luigi dell’Apt, si aggiungono tre professionisti. Marlene Sternbaum, una organizzatrice culturale tedesca di vasta esperienza, nota nei circuiti internazionali dei festival, che sarà  il direttore del festival; Pat Fearns, un canadese con molti agganci nelle televisioni americane e famoso nei mercati e nei festival per l’invenzione del ‘pitching’ – un metodo per far dialogare proficuamente gli autori e chi ha le idee e i progetti con chi li deve finanziare – che sarà  importato per la prima volta in Italia nella cornice del festival; e Steve Della Casa, critico e curatore di rassegne e presidente della Film commission di Torino, che si occuperà  delle sezioni collaterali. Al momento il problema più urgente è il budget.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale